La Via dei Borghi attraversa la nobile città di Sant’Agata di Reggio

Si è conclusa nella splendida cornice di Motta Sant’Agata la prima parte della seconda stagione del progetto “La via dei borghi”.
L’idea nata dalla collaborazione tra le associazioni Kalabria Experience e Il giardino di Morgana, dopo le tappe di Fiumefreddo Bruzio/Belmonte Calabro e quella di Bagnara, ha raggiunto domenica 19 maggio la suggestiva città di Sant’Agata a pochi minuti dal centro storico di Reggio.
Ad accogliere i tanti escursionisti gli attivissimi soci della Pro Loco di San Salvatore guidata dal presidente Demetrio Iero.

Dopo una piccola presentazione del sito i curiosi guidati da Valeria Varà, Orlando Sorgonà e Maria Stella Macheda si sono potuti abbandonare tra le tante pagine di storia di questo centro che nei secoli è stato crocevia di eventi con eco in tutto il Mediterraneo e non solo.
Nel monumento principale di Sant’Agata, la chiesa di San Nicola (della quale è possibile conoscere anche le ipotesi ricotruttive grazie al pregevole manuale vergato da Valeria Varà ed edito da Città el sole edizioni) i giovani del servio civile nazionale hanno vestito i panni del governatore di Sant’Agata e del suo servitore, materializzandosi dalle cripte per raccontare il passato di questa nobile città.
Spesso nell’ombra, questi ragazzi affiancano da qualche anno il prezioso lavoro che la Pro Loco di San Salvatore porta avanti nonostante le tantissime difficoltà.
Paolo Cotrupi, Francesco Giordano, Sebastiano Iero e Davide Vara’, sono questi i nomi di questi volenterosi che hanno dato un importantissimo contributo alla riuscita della giornata.
Ma durante la tappa non solo il racconto dei luoghi è stato protagonista ma anche le importanti attività economiche operanti nel territorio hanno avuto ampio spazio.
Importante il contributo del ristorante/pizzeria Al casale di Motta Sant’Agata che, grazie ai giovani proprietari, ha deciso di innescare un meccanismo virtuoso di collaborazione con la Pro Loco.
Altra importantissima partner di giornata è stata l’azienda di Apicoltura “La goccia d’oro” che attraverso l’appassionato racconto dei giovanissimi proprietari ha reso possibile la conoscenza di un mondo incredibilmente affasciante come quello delle api.
La seconda parte dell’escursione è stata poi dedicata alle altre interessantissime evidenze storiche del centro di San Salvatore come la chiesa di Sant’Antonio (una delle più antiche del nostro territorio) o l’incredibile intelaiatura antisismica post terremoto 1873 che alcuni edifici ancora presentano. La calorosa conclusione si è poi avuta presso la sede della Pro Loco dove gli appasionati curiosi hanno avuto un assaggio del calore e dell’accoglienza della gente delle nostre aree interne.
Conclusa la visita reale adesso ampio spazio al mondo virtuale con il contest fotografico promosso in collaborazione con Ig Calabria e Ig Reggio Calabria.
Gli escursionisti potranno adesso caricare le foto sul social Instagram con l’ hashtag Ig_mottasantagata contribuendo quindi alla diffusione delle immagini di questo luogo incredibile.
L’appuntamento con la seconda fase del progetto La via dei borghi è per domenica 29 settembre a Palizzi Superiore dove riprenderà la lunga cavalcata che si concluderà solo nel mese di novembre con la tappa di Badolato.


Ass. Culturale Il Giardino di Morgana
Pres. Dott. Domenico Guarna