Al Planetario la “Notte dei Ricercatori 2013”

planetarioLa Notte dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. L’obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e concerti. L’Italia ha aderito all’iniziativa europea con una molteplicità di progetti che ne fanno tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio. Il progetto coinvolge, quest’anno, in Italia 7 progetti per un totale di 31 città tra cui anche Reggio Calabria che, con il Planetario Provinciale Pythagoras, aderisce alla iniziativa presentando al grande pubblico le ricerche di tre giovani ricercatori calabresi. Tuttavia, per impegni precedentemente assunti dai protagonisti dell’iniziativa è necessaria un’anticipazione dell’evento (al 24 settembre, appunto) rispetto alla data europea prevista per il 27 di settembre. Questa anticipazione nulla toglie al valore della iniziativa il cui obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. Antonino Brosio, Giuseppe D’Agostino e Toni Scarmato hanno progettato un pallone sonda realizzando il record italiano di altitudine raggiungibile con un pallone stratosferico ed acquisendo importanti dati scientifici riguardanti la stratosfera e lo studio dei raggi cosmici. Grazie a questo esperimento la Calabria raggiunge per la prima volta lo spazio consentendo per la prima volta in assoluto la cattura di splendide immagini della nostra regione e dell’area dello stretto di Messina. Ma tutto questo non è che l’inizio, il team di sviluppo della Magna Grecia Aerospace sta già lavorando a nuovi importantissimi progetti di rilevanza internazionale, che porteranno in “orbita” la Calabria, mostrando ancora, il vero valore della nostra magnifica terra e delle splendide persone che vi dimorano. L’adesione alla Notte dei ricercatori da parte della Provincia di Reggio Calabria, rappresenta un segno di attenzione verso il mondo della ricerca italiana a cui il Planetario reggino ha dato un contributo con i tanti ricercatori e docenti che si sono formati all’interno del suo vivaio. Alla luce di tutto questo la Provincia attraverso l’assessorato alla cultura in questa occasione presenterà il premio: “Il Planetario d’oro” che verrà consegnato annualmente ai giovani che si sono particolarmente distinti nel campo della ricerca. All’evento saranno presenti il Presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, il Presidente della Giunta, Antonio Eroi, l’assessore alla Cultura Eduardo Lamberti Castronuovo e il Sindaco di Rosarno, Elisabetta Tripodi. Il programma prevede gli interventi dei protagonisti che illustreranno la loro ricerca la presentazione dell’iniziativa a cura della Prof.ssa Angela Misiano, responsabile scientifico del Planetario e del Dirigente del settore X della Provincia Francesco Macheda.