#Magnolia

I Mattanza presentato “Luna Turca” il primo singolo di “Magnolia”

I Mattanza hanno presentato ufficialmente, alla stampa, “Luna Turca” primo singolo estratto dal loro nuovo lavoro: “Magnolia” prodotto da Sveva Edizioni. Il singolo anticipa di qualche mese l’uscita dell’album, che è prevista per fine marzo inizio aprile 2019, e che conterrà 12 canzoni, tra cui alcuni inediti. Il nuovo lavoro dei Mattanza si discosta lievemente dalla loro impronta più classica, per andare a cercare sonorità nuove in ambito progressive, genere molto amato da Mimmo Martino, proprio per questo risulta molto naturale l’evoluzione del gruppo in questa direzione.

Luna Turca è il primo passo verso questa nuova avventura. Il brano pur non essendo un inedito, era già presente in uno dei loro vecchi lavori, è stato riarrangiato appositamente per dare più spazio alla voce di Rosamaria Scopelliti, che diventa cosi ufficialmente la voce principale. Il brano vede anche l’inserimento dei cori maschili, che rappresentano un po’ una novità per il gruppo. 
La chitarra battente si intreccia allora al basso elettrico, le note di una lira calabrese riecheggiano sui battiti di una darabuka, un riqq, un duff arabi: il risultato è un perfetto connubio fra world music e tradizione popolare del Sud.
La sua realizzazione è anche il frutto della collaborazione con diversi musicisti vicini al progetto Mattanza: tra gli altri, Giuseppe Cacciola, primo percussionista della Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, Giacomo Farina, percussionista dei Kunsertu, e Pasquale Faucitano, che ha diretto in questa occasione il quartetto d’archi dell’Orchestra del Teatro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria.

Ad accompagnare l’uscita del singolo, anche il relativo videoclip – per la regia di Claudio Martino e Rosario Di Benedetto – a cui fa da cornice il suggestivo Teatro Andromeda di S. Stefano Quisquina (AG). Il video è disponibile sul canale YouTube Mattanza, all’indirizzo bit.ly/lunaturca, oltreché sulla pagina Facebook http://facebook.com/mattanza.org e sul sito ufficiale www.mattanza.org

Incontriamoci Sempre presenta “Il cammino degli Eroi: da Argo a Riace”

Domenica 3 Febbraio 2019 alle ore 18,00 presso la Sala Museo “Il Ferroviere”, ispirata al capolavoro di Pietro Germi, all’interno della stazione FS di S. Caterina, sede dell’Associazione Incontriamoci Sempre per il Volontariato, si rinnova l’appuntamento con la rassegna “Calabria d’Autore” per seguire il fantastico viaggio dei maestosi Bronzi di Riace: sarà presentato il Romanzo “Il cammino degli Eroi : da Argo a Riace”.

Il libro, opera del collettivo d’autori che si firmano con lo pseudonimo-sigla di DAN FATON, ed edito dalla società editrice Dante Alighieri, sarà presentato da tre autorevoli storici: i Prof. Fabio Cuzzola, Tonino Perna e Daniele Castrizio.

I protagonisti del racconto sono i due capolavori Bronzei, ritrovati sulla costa jonica Reggina nel 1972, che appassionano gli studiosi di tutto il mondo e alimentano, con il loro fascino ed il loro mistero, l’immaginazione di artisti, scrittori e poeti.

La serata sarà ricca e molto intensa, oltre il racconto dei tre illustri ospiti, che vedrà coinvolto anche il pubblico, seguirà viaggio nella gastronomia della Magna Grecia, con la degustazione delle Penne alla Magna Graecia e, sempre in tema, col vino Aranghia IGT Palizzi della cooperativa Terre Grecaniche, curato nei minimi particolari dalla Bottiglieria 2010 Pellarese.

Rc 30 gennaio 2019
Associazione Culturale Incontrimoci Sempre per il Volontariato

Al Cartella domenica 27 gennaio 2019 alle 10.00 la Fiera della Decrescita del freddo inverno

L’inverno è ormai arrivato, fa freddo, piove e tira vento, ma noi del Gruppo d’Acquisto Solidale “Felce e Mirtillo” e del C.S.O.A. “Angelina Cartella”, in collaborazione con Gastretto e Associazione Magnolia, come tutte le ultime domeniche del mese, aspettiamo i consumatori critici verso l’agroindustria e la grande distribuzione presso il Parco “Cartella” di via Quarnaro 1 a Gallico Marina alla FIERA delle autoproduzioni, del cibo genuino, a filiera corta, dei saponi ed oli essenziali artigianali, del commercio equo e solidale. Frutta e verdure di stagione appena raccolte, olio nuovo e vino già maturo, zucche e zucchine spinose, sott’oli, conserve e marmellate, agrumi di grande qualità, formaggi e salumi, erbe aromatiche, e tanto altro, offrendo l’opportunità di capirne e saperne di più di quello di cui ci nutriamo, grazie all’incontro ed allo scambio con i nostri produttori.

Non mancate l’appuntamento neanche questa volta. Alla chiusura dei banchetti, chi vuole può fermarsi per il pranzo sociale

Raccomandiamo sempre di portare con voi le vostre buste o borse di stoffa per la spesa: un piccolo contributo alla riduzione della quantità di plastica che affligge il nostro mondo iperconsumista.

Ricordiamo che presso il banchetto del nostro GAS “Felce e Mirtillo” troverete il punto di raccolta di quanto ci permetterà di mettere a punto la riqualificazione sociale ed ambientale del parco: pali e reti per l’area cani, bidoni per i cestini della differenziata, pannelli di legno, compensato o plastica per i cartelli, libri e giochi da tavolo per bambini e adulti, un contributo economico per sostenere la copertura dell’area centrale.

https://www.facebook.com/events/298257224162093/

Preparati al meglio! Sabato 26 gennaio torna la rassegna teatrale di SpazioTeatro

I venti anni di attività di una realtà storica della cultura calabrese – la compagnia SpazioTeatro – proseguono con un importante ritorno: “La casa di racconti”, rassegna teatrale indipendente ideata e prodotta da Gaetano Tramontana, direttore artistico. 
La stagione 2019 è stata presentata da un’originale conferenza stampa esclusivamente online in cui sono stati riportati i sei appuntamenti del sabato sera alle 21:00, tutti in replica pomeridiana la successiva domenica pomeriggio alle 18:00. «“Preparàti al meglio” o, se preferite, “Prepàrati al meglio” giocando con gli accenti e le preferenze – racconta Tramontana – è una rassegna con eccellenti artisti che difficilmente circolano nelle nostre scene meridionali».

Nella storica sede in via San Paolo 19/a di Reggio Calabria, infatti, la rassegna teatrale partirà il 26 e 27 gennaio con BLUES interpretato da Francesco Biolchini, scritto e diretto da Tino Caspanello, drammaturgo siciliano tra i più apprezzati in Italia e all’estero. Blues è un uomo seduto davanti all’ingresso di casa sua; un uomo che non aspetta più… a immaginare, solo per un attimo, di disordinare i piani. Il 9 e 10 febbraio con TANOS tornano Stefano Angelucci e Rossella Gesini proponendo una storia che con ironia e comicità tratteggia gli abruzzesi emigrati in Argentina nel 1950. Il 23 e 24 febbraio sarà in scena EDIPUS di Giovanni Testori, con Silvio Barbiero. Uno spettacolo che si fonda su un percorso di esplorazione linguistica notevole e caratteristica della “Trilogia degli Scarrozzanti” che Barbiero propone in maniera altissima e originale. Il 9 e 10 marzo un imperdibile GIOBBE di Joseph Roth sarà a Reggio Calabria grazie al maestro Roberto Anglisani che grazie al racconto orale porterà lo spettatore in un viaggio fatto di paure, speranze, preghiere e rivolte. La produzione di SpazioTeatro sarà messa in scena il 30 e 31 marzo con LA VERA STORIA: Gaetano Tramontana si ispira al pifferaio Hamelin recuperando il linguaggio originario e lavorando sulle metafore; tra cittadini inconcludenti, politici fanatici, genitori distratti e un pizzico di sana e lucida magia si viaggerà tra fiaba e realtà. La casa dei racconti chiude la stagione il 6 e 7 aprile con UNA SPINA NELLA CARNE, vincitrice al “Festival Storie interdette” di e con Francesca Ritrovato. Il tema affrontato, elaborato e sviluppato dalla stessa autrice tramite un lungo lavoro di ricerca, si sviluppa attorno alla storia di tre donne internate nell’ospedale psichiatrico di Girifalco. Le musiche dal vivo dello spettacolo sono a cura di Fabio Macagnino. Per ogni ulteriore informazione sul programma e per prenotazioni scrivere a info@spazioteatro.net, telefonare al 339.3223262 o visitare il sito www.spazioteatro.net

Olio e Salute a Calabria D’autore domenica 27 Gennaio 2019

Secondo appuntamento per la rassegna Calabria D’autore, dopo il sold out di domenica scorsa con un frutto del nostro territorio, il Bergamotto di Reggio Calabria, domenica 27, si parlerà di olio, ricordiamo che le colture di ulivo in Calabria rappresentano una voce importante del pil Calabrese.
Dalla relazione del Dott Vincenzo Montemurro ascolteremo le proprietà e le qualità dell’olio di oliva extravergine, introdurrà l’iniziativa il Dott Giuseppe Chindemi, porterà i saluti e contemporaneamente ci parlerà della propria Azienda l’imprenditrice Renata Cataldo.
Come ogni serata della rassegna , successivamente ci sarà lo spazio alla degustazione dell’olio extravergine di oliva Bio e la chicca della pregiata Gelateria Cesare che ci delizierà con il sorbetto all’olio di oliva .
Cultura, territorio ed eccellenze agroalimentare e gastronomiche della nostra meravigliosa Calabria sono i temi che settimanalmente propone la rassegna Calabria D’autore 2019.
Ricordiamo che da settembre scorso,la nostra associazione è promotrice della nuova pagina facebook che promuove le eccellenze Calabresi, ” La Calabria nel Cuore”.

Il direttivo

Rc 23 gennaio 2019

Allo Spazio Open in mostra “Luoghi e tradizioni di Calabria”

L’associazione Fahrenheit 451, con il patrocinio della UIF, organizza una mostra fotografica dal titolo “Luoghi e tradizioni di Calabria”, presso i locali dello Spazio Open di via Filippini – Reggio Calabria. L’esposizione rientra nel progetto, avviato già da un anno, legato alla tutela del territorio calabrese. In questa edizione saranno presenti 4 membri della UIF di Reggio Calabria: Gianni Vittorio, Nuccio Sebastiano Romeo, Santo Federico e pino Romeo. L’incontro Clou sarà sabato pomeriggio, a partire dalle 17.

Gianni Vittorio

Martedì 29 i Mattanza presentano il singolo Luna turca

È stato rilasciato poco meno di un mese fa il singolo Luna turca dei Mattanza, storico gruppo reggino di world music.

 Il brano, scritto da Mario Lo Cascio e che Mimmo Martino ha fortemente voluto integrare all’interno del repertorio del gruppo, anticipa di un paio di mesi l’uscita del nuovo disco, Magnolia, prodotto da Sveva Edizioni.

La sua realizzazione è anche il frutto della collaborazione con diversi musicisti vicini al progetto Mattanza: tra gli altri, Giuseppe Cacciola, primo percussionista della Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, Giacomo Farina, percussionista dei Kunsertu, e Pasquale Faucitano, che ha diretto in questa occasione il quartetto d’archi dell’Orchestra del Teatro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria.

 Luna turca è un brano che si allontana dalle più riconoscibili sonorità Mattanza: l’arrangiamento è ricco di colori e sfumature, e sfrutta in modo assai ricercato gli strumenti della tradizione, mettendoli a servizio del testo e dell’atmosfera che questo richiama. Il ritmo ipnotico della marimba, i colpi scuri della pelle del bodhran, la linea persistente di basso evocano i colori magici e bruniti della notte, assieme alla capacità incantatrice della luna.

Gli archi, in particolare il violoncello, sono sospiro, canto dell’anima, espressione in musica del legame tra la luna e la vita dell’uomo. Ad accompagnare l’uscita del singolo, anche il relativo videoclip – per la regia di Claudio Martino e Rosario Di Benedetto – a cui fa da cornice il suggestivo Teatro Andromeda di S. Stefano Quisquina (AG). Il video è disponibile sul canale YouTube Mattanza, all’indirizzo bit.ly/lunaturca, oltreché sulla pagina Facebook facebook.com/mattanza.org e sul sito ufficiale www.mattanza.org.

Bio Da oltre vent’anni i Mattanza lavorano per tradurre la cultura letteraria del Mediterraneo in musica, rinnovando una tradizione antichissima e dando così la possibilità alle nuove generazioni di avvicinarla e conoscerla. Il loro è un lavoro costante e attento di ricerca e valorizzazione di testi antichi rielaborati con sonorità originali, in una perfetta fusione di tradizione e modernità, nella convinzione che «un popolo senza storia è come un albero senza radici: è destinato a morire». La chitarra battente si intreccia allora al basso elettrico, le note di una lira calabrese riecheggiano sui battiti di una darabuka, un riqq, un duff arabi: il risultato è un perfetto connubio fra world music e tradizione popolare del Sud. Mimmo Martino, fondatore, cantante e leader del gruppo, purtroppo prematuramente scomparso, aveva scelto con cura i musicisti che voleva accanto a sé per sviluppare e diffondere questo importante progetto di recupero delle tradizioni: Roberto Aricò (basso e contrabbasso); Gino Mattiani (fisarmonica, tastiere, fiati popolari); Fabio Moragas (chitarra battente, chitarra classica); Mario Lo Cascio (chitarre, lira calabrese); Claudio Paci (tamburi a cornice e percussioni), Emiliano Laganà (batteria). Con la voce di Mimmo si intrecciava, quasi in un botta e risposta, quella di Rosamaria Scopelliti, oggi voce leader della formazione.

Domenica 20 gennaio l’incontro “R come RiCreazione. Per un progetto culturale”

Dopo il grande successo dell’iniziativa del 23 dicembre scorso sul tema dell’andare o restare in una città com Reggio Calabria, il collettivo “Nomi, Cose, Città. R come Reggio” ritorna con un nuovo appuntamento. Si svolgerà domenica 20 gennaio, alle ore 18.00 presso la Libreria Universalia, l’incontro dal titolo “R come RiCreazione. Per un progetto culturale” nato con l’obiettivo di dare voce, e stimolare idee, a chi si impegna per costruire a Reggio una proposta culturale.
Il punto di partenza, l’anno zero da cui ripartire, è quello di una città che vive l’assenza di un progetto culturale. Nel complesso, pare che Reggio Calabria debba farsi piacere tutto ciò che viene, solo perché viene, come accade presso ogni realtà interna e provinciale.

Chi incontra esperienze culturali interessanti, chi viaggia, chi conosce e poi torna a Reggio vive per un po’ una dimensione di straniamento, di deprivazione. Di contro esistono i circoli, le associazioni, le realtà artigianali a fare pensiero e cultura a Reggio Calabria, con enormi difficoltà nella complessiva mancanza di un compiuto progetto culturale. Questa mancanza di prospettiva “politica e civile” della cultura porta a mettere sullo stesso piano realtà amatoriali con l’impegno, lo studio, la professionalità di chi si è formato e si spende per la Cultura. Ogni mestiere è fatto di competenze, prima che di buone intenzioni. Eppure nell’ambito della cultura sembra che chiunque sia abilitato a dire e a fare, come se il lavoro culturale non fosse l’unico che può davvero e decisamente cambiare il volto di questo territorio. Senza queste strategie, senza un progetto culturale chiaro e capace di raccogliere attorno a sé il meglio, qualunque operazione è destinata a confondersi nel provincialismo, con effetti qualitativamente scarsi. Senza questo processo ogni piccola cosa è destinata ad esaurirsi nel tempo di un post, nel successo di like che sono già vecchi al post successivo. La cultura è un lavoro serio e richiede un sapere a sé, intellettuale e artigianale.
Partendo da queste idee il collettivo “Nomi, Cose, Città. R come Reggio” chiama a raccolta per domenica 20 gennaio chi possiede queste competenze e conoscenze, chi negli anni ha attivato percorsi e strategie culturali a Reggio Calabria. Si discuterà dei fallimenti, dei successi, dei percorsi da intraprendere, delle possibilità e delle opportunità che la città potrebbe e dovrebbe offrire. Un confronto con l’obiettivo di scrivere un serio e definito progetto culturale. Per segnare, collettivamente, decisamente, il cuore della città

Calabria d’Autore 2019: Incontriamoci Sempre di Domenica

Proprio nel Cuore dell’inverno,parte la rassegna Calabria D’autore,un format che nel corso degli anni,ha riscosso molti consensi per partecipazione e per la qualità dei temi proposti.
Con le prime sei puntate, a partire da domenica 20 gennaio,con orario comodo (ore 18,00), ed in un’ambiente di grande familiarità e tranquillità, la stazione FS di S Caterina si conferma una delle roccaforti culturali più importante del nostro Sud.
Anche RFI FS a livello nazionale ne tesse le lodi per l’impegno quotidiano che l’associazione Incontriamoci Sempre per il volontariato offre tutti i giorni per il mantenimento del decoro e della pulizia della stazione FS di Reggio S Caterina , molto accogliente ,da sembrare una Galleria D’arte.
Il format di queste prime sei puntate, tocca dei temi a noi molto cari, dalla cultura , al territorio ,alla gastronomia a Km 0.
Si parte domenica 20 gennaio alle ore 18,00 con “Bergamotto e Salute”,con il Dott Vincenzo Montemurro,la Dottssa Maria Celeste Paviglianiti, l’Avv Ezio Pizzi.
A seguire la degustazione dei prodotti della filiera del Bergamotto di Reggio Calabria.
Domenica 27 Gennaio, altro tema importante “Olio e Salute” con il Dott Vincenzo Montemurro , il Dott Giuseppe Chindemi e l’imprenditrice Renata Cataldo .
Poi, una nota Azienda produttrice di Olio Bio Extravergine di oliva ci farà degustare alcuni prodotti del ramo d’azienda.
Domenica 3 Febbraio, con la partecipazione dei prof Daniele Castrizio Tonino Perna e Fabio Cuzzola, parleranno del libro “Il cammino degli Eroi da Argo a Riace “.
Successivamente la degustazione dei prodotti della Magna Grecia.
Domenica 10 febbraio parleremo di un borgo molto caro ad Incontriamoci Sempre , “Scilla:la dolce Vita Nell’Arte”, il periodo degli anni 50/60 in cui Scilla era meta di Artisti importanti come Guttuso, Omiccioli ed altri .
Ne parleremo il Dott Vincenzo Montemurro ed il maestro Alessandro Allegra.
Sarà allestita una piccola mostra di quadri di Guttuso, Omiccioli e Marino, poi degusteremo dei prodotti tipici .
Domani 17 Febbraio, in collaborazione con Elca Sound, “Jam session Folk Music “, tanti Artisti di musica popolare che si alterneranno sul Palco della Sala Museo il Ferroviere .
Durante le esibizioni, la “Profitterol Fest” a cura di una nota Pasticcceria della Città.
Domenica 24 Febbraio, Pino Aprile sarà ospite a S Caterina per presentare la sua ultima fatica letteraria, “L’Italia è Finita”, introdurrà il Prof Daniele Castrizio .
La “Pignolata Fest” a cura di una nota Pasticcceria cittadina , delizierà il finale della serata .

Il direttivo
Strati Mauro Cotrupi Russo Allegra

Rc 16 gennaio 2019