La via dei borghi conclude con la splendida storia del Musaba e la bellezza di Mammola

Rc 31 dicembre 2018
Ass. Culturale Il Giardino di Morgana
Pres. Dott. Domenico Guarna

Si è tenuto domenica 30 dicembre al Musaba ed a Mammola l’atto conclusivo del progetto “La via dei Borghi” per l’anno 2018.
Una chiusura in bellezza quella del connubio tra le associazioni Kalabria Experience ed Il Giardino di Morgana, in luoghi che rappresentano vere eccellenze per il territorio reggino e non solo.
Gli escursionisti provenienti da tutta la provincia ed anche dal territorio catanzarese nella mattinata si sono fatti rapire dalle mille suggestioni del parco-museo-laboratorio Musaba, dove ad accoglierli c’era la padrona di casa Hiske Mass che ha saputo affascinare tutti con i suoi racconti dell’origine del parco nel lontano 1969, quando unitamente al genio di Nik Spatari tutto ebbe inizio.
E’ un luogo magico il Musaba, li, il passato si coniuga attraverso l’interpretazione di Spatari con una visione sul futuro che sa raccontare a tutti una storia comune. Tante le opere che si svelano nel percorso che si dipana dalla grangia sulla rupe Santa Barbara dov’è custodito il capolavoro del “Sogno di Giacobbe” noto anche come la “Cappella Sistina Calabrese” e poi “La rosa dei venti”, la foresteria con il suo ciclo di mosaici in progress e “L’ombra della sera” imponente opera di 15 metri.
Il Musaba è di per se un’ opera d’arte dove paesaggio, arte ed architettura si coniugano, un luogo che vuole diventare sempre di più punto di formazione per giovani e professionisti, una sorta di laboratorio rinascimentale dove il maestro trasmette le conoscenze agli allievi.
Nel pomeriggio gli escursionisti dopo aver fatto tappa nella splendida sede della Pro Loco di Mammola si sono avventurati, accompagnati dal presidente Francesco Antonio Barillaro, per i vicoli del centro per un caloroso saluto di Stefano Raschellà, sindaco del borgo locrideo.
Tante le bellezze che il centro presenta agli occhi dei curiosi, testimoni di un passato importante come i tanti palazzi nobiliari e le vicine cappelle gentilizie.
Due perle su tutte, la barocca chiesa dell’ Annunziata che risale al XVI sec. più volte danneggiata e sempre ricostruita con le forme originali e la chiesa Matrice dove si trova la cappella di San Nicodemo con le reliquie del Santo Patrono.
Un viaggio entusiamante questo. Più che una chiusura in bellezza è più corretto parlare di una chiusura attraverso la bellezza di questa terra.
Come di consueto adesso via libera alla condivisione in rete degli scatti di giornata attraverso il contest fotografico su Instagram in collaborazione con Ig_Calabria semplicemente condividendo le foto con l’ hashtag #Ig_mammola.
Appuntamento adesso con la nuova stagione de La via dei Borghi che verrà svelata tra febraio e marzo 2019.

La via dei borghi conclude in bellezza al Musaba ed a Mammola

Si terrà domenica 30 dicembre al Musaba ed a Mammola l’ultima tappa de”La via dei Borghi”, il progetto ideato dalle associazioni “Kalabria Experience” ed “Il giardino di Morgana”. La tappa sarà patrocinata dal Consiglio Regionale della Calabria, dalla Città Metropolitana di Reggio, dal Comune di Mammola e si avvarrà della collaborazione della locale Pro Loco.Gli escursionisti al mattino si faranno rapire dalle mille suggestioni del parco-museo-laboratorio Musaba. La creatura di Nik Spatari e di Hiske Maas si caratterizza come una splendida sintesi di arte, paesaggio, architettura e storia, una sorta di opera d’arte in continua evoluzione, un faro di bellezza che si plasma davanti agli occhi del visitatore. Tante le opere custodite all’interno del Musaba che possono vantare anche collaborazioni internazionali per la loro realizzazione ma il capolavoro assoluto è costituito dal “Sogno di Giacobbe” noto anche come la “Cappella Sistina Calabrese”. Nel pomeriggio i visitatori giungeranno nel borgo di Mammola dove visiteranno la Grancia di San Biagio dedicata al Santo patrono del Paese. Il percorso proseguirà poi tra i caratteristici vicoli del borgo con la visita alla chiesa di San Filippo Neri, Palazzo del Pozzo, Santa Maria del Carmine,Chiesa dell’Annunziata, la Fontana della Pace e la Chiesa di San Nicola di Bari per poi terminare in piazza Ferrari. Anche per quest’ultimo appuntamento confermatissimo il contest fotografico su Instagram al quale si potrà partecipare condividendo gli scatti di giornata con l’hashtag ig_mammola.

Ass. Culturale Il Giardino di Morgana
Pres. Dott. Domenico Guarna

#Natività

Il bellisimo presepe, sul lungo mare reggino.

“Il fetido stagno” in scena venerdì 28 dicembre 2018 allo Zanotti Bianco

Era il 1978 quando, per iniziativa di un gruppo di psichiatri ed uomini illuminati guidati da Franco Basaglia, si metteva fine ad una delle ingiustizie fra le più gravi della società. In Italia veniva approvata la legge 180, conosciuta anche come legge “Basaglia” ivo mondiale: il ricovero coercitivo “giustificato” da vere o presunte patologie psichiatriche non è più consentito.
Era il 1990 quando una delle pagine più nere della nostra città veniva, finalmente cancellata. Il manicomio del quartiere Modena, il lager, a 12 anni dalla approvazione della Basaglia era ancora lì. A compiacere l’immoralitá di una società perbenista e borghese che voleva i pericolosi matti ivi confinati, ma anche la cinica non curanza di una classe dirigente inadeguata e l’avidità di chi, da quella vergogna dell’umanità, traeva vilmente lauti ed ingiusti guadagni. Quel “fetido stagno”, come un poeta fra i deportati di quel lager lo aveva definito, lasciava spazio, quasi simbolicamente, a quello che nell’immaginario comune costituisce un avamposto di scuola di legalità e giustizia. La scuola per allievi carabinieri. Ma ancora oggi, a distanza di 40 anni, la “Basaglia” è una legge che ha trovato spazi effettivi in poche aree del territorio. Rigurgiti manicomiali della classe dirigente e della società contemporanea, diffondono ancora quel fetore. Lo stagno è ancora lì, conservato da una sub cultura diffusa ed interpretata ad hoc da diversi attori, per i propri fini ed interessi. E la Calabria, la nostra città, mostrano ancora il volto peggiore. Le “regole” della psichiatria della nostra regione segnano un salto nel passato, verso il custodialismo antitetico ai principi della “Basaglia”. E nella nostra città vige ormai da quattro anni un atto di inciviltà: le persone sofferenti non possono accedere neanche ai servizi residenziali (gli unici esistenti!) sul territorio perché i ricoveri sono bloccati. Pastoie burocratiche, utilizzate se non poste ad arte dai burocrati e dalla classe dirigente, affinché tutto stia fermo. Si, il poeta deportato aveva visto lungo: il “fetido stagno” non si vede più, ma è ancora qui, emblema delle incapacità, dell’inciviltà, dell’interesse. Dopo lo spettacolo interverranno Immacolata Cassalia – Presidente Associazione “Insieme per la disabilità” di Reggio Calabria, Mimmo Nasone – Volontario Caritas, Brunò Praticò – Volontario Alba Nuova.
Per informazioni: ilfetidostagno@gmail.com – 3385484087

Incontriamoci Sempre: tradizionale Tombolata il 26 dicembre aspettando il Treno della Befana

Anche quest’anno la Tombolata Benefica organizzata da Incontriamoci Sempre, giunta alla sua dodicesima edizione, avrà luogo presso l’Auditorium “Don Orione”, a S.Antonio, che porta il nome di colui che rappresentò la speranza di rinascita per la nostra città, dopo il nefasto terremoto del 1908, accogliendo tantissimi orfani e che, proprio in questa occasione, ne verrà ricordata la grandezza, a 110 anni di distanza dai fatti.

Appuntamento, dunque, il 26 Dicembre 2018, giorno di S.Stefano, per la classica Tombolata Benefica, la più importante del Sud per qualità e quantità di premi, grazie anche alle Aziende Nazionali, in particolare Calabresi, che, con il loro aiuto, permettono di dar vita, attraverso il tradizionale gioco natalizio, alla raccolta fondi da destinare alle attività sociali, di beneficenza e di volontariato che la nostra Associazione svolge da tanti anni con amore e passione.

Confermato, ed attesissimo, l’altro appuntamento classico delle feste, il “Treno della Befana”, che partirà il 6 Gennaio da Reggio Calabria Centrale alle ore 10,40 con arrivo a S.Caterina alle ore 10,47. Per chi volesse seguire in treno la Befana, che per l’occasione sarà scortata dai volontari dell’Associazione Nazionale Protezione Civile “Le Aquile” Reggio Calabria e dal gruppo di Animazione, l’appuntamento è nell’atrio della Stazione Centrale di Reggio Calabria a partire dalle ore 10,00. Arrivata, poi, a S.Caterina, la Befana sarà accolta da un bellissimo pony con calesse, e distribuirà giocattoli e dolciumi per la gioia di tanti bambini .

L’Evento “Il Treno della Befana” verrà presentato in conferenza stampa, con la descrizione di tutti i dettagli dell’organizzazione, Giovedì 3 gennaio alle ore 11,00 presso la Presidenza del Consiglio Comunale a Palazzo S.Giorgio, a Reggio Calabria. In tale occasione, sarà anche presentata la visita ai bambini ricoverati al reparto di Pediatria dell’Ospedale Riuniti di Reggio Calabria del 5 Gennaio 2019, per la consegna dei Giocattoli.

Il Direttivo

Rc 18 dicembre 2018

Sabato e domenica a piazza Camagna: “La Reggio che ti dona”

Doniamo un sorriso ai nostri bambini: un pensiero per i piccoli pazienti che passeranno la notte di Natale in ospedale e per i piccoli ospiti delle strutture di sostegno presenti in città.
Sabato 22 e domenica 23, dalle 16 alle 20,in una Piazza Camagna che per l’occasione sarà trasformata nella casa di Babbo Natale, i cittadini potranno contribuire direttamente alla raccolta dei doni.
Ogni bambino potrà consegnare la propria letterina, esprimendo i suoi desideri per il Natale, fare una foto con la propria famiglia e portare un dono per i bambini meno fortunati.
#LaReggioCheTiDona
L’iniziativa è promossa da Comune di Reggio Calabria e Città Metropolitana

La via dei borghi passa da Bovalino e Condojanni

Si è svolta domenica 16 dicembre nei centri di Bovalino e Condojanni la penultima tappa de “La via dei Borghi”. Il progetto ideato dalle associazioni Kalabria Experience ed Il giardino di Morgana si è concentrato anche questa volta su due borghi poco conosciuti ma dal ricco patrimonio culturale e storico. I curiosi al mattino hanno visitato il borgo di Bovalino Superiore accompagnati da Cosimo Sanci presidente della locale Pro Loco e da Filippo Musitano, giovane assessore del comune della Locride e membro dell’arciconfraternita dell’Immacolata, che ha raccontata le numerosissime pagine di storia che il borgo ha da offire, dalla partecipazione di alcune imbarcazioni alla battaglia di Lepanto, al fascino del castello ed infine la figura poco conosciuta del gesuita Beato Camillo Costanzo.
Nel pomeriggio la carovana ha fatto vela verso Condojanni, frazione del comune di Sant’Ilario dello Jonio dove ad attenderli c’era il Vicesindaco Giuseppe Monteleone e l’assessore Giuseppe D’Agostino oltre allo storico locale Renato Mollica che ha illustrato con passione le varie vicessitudini del centro e del suo castello medievale.
Durante il percorso gli escursionisti hanno potuto visitare la piccola biblioteca Bibliotè, graziosa idea di Emilia Savoca.
La chicca conclusiva però è stata offerta da Pasquale Caminiti che oltre ad affascinare con la sua storia di ritorno a Condojanni ha fatto assaporare presso il suo locale Gromu, l’ “arangara”, il tipico dolce di Condojanni.
Significativa poi la partecipazione di una delegazione del gruppo sportivo della Polizia Municipale di Reggio Calabria a dimostrazione del fatto che o si cresce tutti insieme oppure non si cresce affatto.
Terminata l’escursione adesso spazio al contest fotografico su Instagram in collaborazione con Ig_Calabria con gli hashtag ig_bovalino ed ig_condojanni.
Prossima tappa il 30 dicembre al Musaba ed a Mammola.

Ass. Culturale Il Giardino di Morgana
Pres. Dott. Domenico Guarna

Al Cartella domenica 23 dicembre 2018 dalle 10 la Fiera della decrescita con crispellata prenatalizia

Come negli anni passati, la Fiera della Decrescita al Parco Cartella di via Quarnaro 1 a Gallico Marina arrivata al mese di dicembre viene anticipata alla domenica precedente il giorno di Natale. Quest’anno si svolgerà domenica 23 dalle ore 10.00: oltre ai prodotti di stagione e alle autoproduzioni dei nostri produttori a km 0 e del commercio equo e solidale vi proporremo crispelle calde e assortite, annaffiate da buon vino locale

Raccomandiamo sempre di portare con voi le vostre buste o borse di stoffa per la spesa: un piccolo contributo alla riduzione della quantità di plastica che affligge il nostro mondo iperconsumista.

Ricordiamo che presso il banchetto del nostro GAS “Felce e Mirtillo” troverete il punto di raccolta dei materiali che ci permetterranno di mettere a punto la riqualificazione sociale ed ambientale del parco: pali e reti per l’area cani, bidoni per i cestini della differenziata, pannelli di legno, compensato o plastica per i cartelli, libri e giochi da tavolo per bambini e adulti.
Per sostenere economicamente l’azione di riqualificazione del parco e delle strutture, in particolare la copertura dell’area centrale, mettiamo in campo una maxi LOTTERIA con la vincita di un supermaxi PANIERE di PRELIBATEZZE a km 0 offerte dai nostri produttori.

E se ormai l’appuntamento con la Fiera del consumo critico, grazie alla collaborazione con Gastretto e Associazione Culturale Magnolia, si è duplicato e ritorna a proporsi ogni 2^ domenica del mese presso il Laboratorio Radici,ad Arangea, a dicembre addirittura l’appuntamento si è triplicato! Il 22 dicembre, infatti, presso il Laboratorio Radici, vi aspetta la Fiera Artigianale Natalizia #regaliakm0 in edizione speciale pomeridiana, con gli artigiani/e del territorio per i vostri regali a km0.

https://www.facebook.com/events/206516896933445/

Rc 14 dicembre 2018

#Natale

La via dei Borghi passa da Bovalino e Condojanni: appuntamento domenica 16 dicembre

Reggio Calabria. Torna domenica 16 dicembre il progetto “La via dei borghi” ideato dalle associazioni “Il giardino di Morgana” e “Kalabria Experience” con il recupero della tappa, rinviata per maltempo, nei centri di Bovalino e Condojanni. La tappa patrocinata dal Consiglio regionale della Calabria, dalla Città Metropolitana di Reggio e dai comuni di Bovalino e di Sant’Ilario dello Jonio vedrà anche la collaborazione della Pro Loco di Bovalino.Il percorso prevede nella mattinata la visita nel centro di Bovalino Superiore con i ruderi del castello i suoi affacci sulla vallata circostante e i suoi monumenti identitari.

Durante la visita gli escursionisti verranno accompagnati da Filippo Musitano e Pasquale Blefari, giovani membri della giunta comunale di Bovalino e dell’ Arciconfraternita dell’Immacolata.Nel pomeriggio il programma prevede lo spostamento a Condojanni, frazione del comune di Sant’Ilario dello Jonio dove sarà Renato Mollica ad accompagnare i visitatori confermando la linea che gli organizzatori da sempre sostengono e cioè il necessario coinvolgimento delle realtà locali e di chi i territori li vive tutto l’anno.

Confermatissimo anche questa volta il contest fotografico su Instagram in collaborazione con IG_Calabria che verrà lanciato durante la giornata e permetterà la condivisione delle immagini scattate nei borghi e di partecipare al concorso semplicemente utilizzando gli hashtag IG_Bovalino e IG_Condojanni. Sarà un affascinante viaggio questa penultima tappa del progetto La via dei borghi immerso tra paesaggi, religiosità e fortificazioni medievali che sapranno coinvolgere e narrare pagine poco note della nostra storia. Per ulteriori info consultare il seguente LINK

Rc 13 dicembre 2018