Un viaggio lungo 2 milioni di anni: alla scoperta delle cascate Mundu e Galasia a Molochio

Quando iniziarono a parlarci della rete mondiale dei geoparchi UNESCO, fummo colpiti da sentimenti contrastanti: da una parte lo stupore e dell’altra la soddisfazione nel poter vedere la nostra bellezza finalmente riconosciuta.
L’Aspromonte che riemerge e si risolleva, con una prospettiva mondiale. Una prospettiva magnifica, al di là di tutto.
Ma come spesso accade è la montagna stessa a fornirci l’esempio più appropriato. L’Aspromonte che vuole sollevarsi moralmente e culturalmente, lo ha già fatto!
Molti dei nostri caratteri morfologici sono dovuti a questi “improvvisi” sollevamenti e ci raccontano una storia lunga milioni di anni, difficile da comprendere per la mente umana che misura il tempo in decenni.
Cime, pianori, terrazze, crinali e valli… Quelle valli stupende e stupefacenti dove il tempo, da allora, si è fermato o quasi.
Uno dei migliori e più affascinanti esempi è la valle del Barvi, a Molochio, che forma le cascate Mundu e Galasia (tre le altre).
Sarà questa la meta del PARKBUS 2018 di giorno 1 settembre. Valli Preistoriche è il tema, a cavallo tra una geologia e una botanica straordinarie.
Le cascate sono quattro: Galasìa, Mundu, Palata e Schioppo del Middio. La più suggestiva è forse la cascata Mundu con un unico salto di 50 m, mentre la cascata Galasìa (nome di derivazione greca che significa “burrone”) è formata da una serie di salti con un’altezza massima di 35 m.
L’itinerario si fermerà alle prime due, sufficienti per raccontare una storia lunga milioni di anni, tra felci preistoriche e rocce di milioni di anni fa.
Per tale motivo questo è uno dei siti inseriti nella candidatura UNESCO dell’Aspromonte Geo Parco, che speriamo si compia nei tempi previsti.
Ma così come la geologia insegna, i cambiamenti non sono solo veloci e dirompenti, ma più spesso lenti ed inesorabili.
Il geoturismo può cominciare qui ed ora, un passo dopo l’altro, a prescindere da tutto.

ASSOCIAZIONE
GUIDE UFFICIALI
DEL PARCO NAZIONALE
DELL’ASPROMONTE

Rc 31 agosto 2018

Partito il conto alla rovescia per “Fantastica – La fiera del fumetto 2018”

Tutto pronto per la fiera del fumetto “Fantastica” che si terrà presso i locali del Lido Comunale Zerbi di Reggio Calabria, nei giorni 31 agosto, 1 e 2 settembre, la manifestazione organizzata dell’Associazione Culturale Voyager ha come scopo principale, la diffusione del fumetto e delle culture legate ad esso, ed è un evento patrocinato dall’Amministrazione Comunale e dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria. L’inaugurazione della fiera si terrà venerdì 31 alle 16 e si svolgerà con il seguente programma

31 Agosto

Ore 17.00 Marco Presentino presenta la raccolta “Pale blue dot” del collettivo Blackboard Autoproduzioni

Ore 17:30 Marzia Matalone presenta la saga fantasy “Profezia del Quinto vertice “ (Città del sole edizioni ) modera Federico Pugliese

Ore 18:00 Andrea Ielo presenta il libro “Aequlibrium” (Citta del sole edizioni) modera Federico Pugliese

Ore 19:00 Lelio Bonaccorso presenta il graphic novel “Salvezza” (Feltrinelli) modera Fabio Franchi

1 Settembre

Ore 17:30 L’editore Green Moon presenta il progetto “Wallace House “ fumetto e crowfounding modera Davide Mirabella

Ore 18:00 Giulia “Nerdkitchen” Vaiana del programma Rai “detto fatto” dimostrazione di cucina giapponese

Ore 19:00 Paolo La Marca e Vincenzo Filosa presentano della collana “Doku” edita dalla Coconino press

Ore 20:00 Vincenzo Cuzzola e Andre Francavilla presentano i videogiochi da loro creati per la “Poison Dagger Software” modera lo youtuber Marco Merrino

2 Settembre

Ore 17:00 Francesco Polizzo presenta il libro illustrato “Ernest Egg”

Ore 18:00 Vincenzo Giordano presenta il libro a fumetti “ Storia della musica italiana” modera Antonio Calabrò .

Ore 19:00 Conferenza sul “fumetto umoristico” con gli autori Dik and Cok moderati da Francesco Scarfone

Ore 20:00 Marianovella Sinicropi e Manuel Giuffrè presentano “Miranda, principe azzurro, no grazie” (Dentiblù) modera Federico Pugliese

presenti tutti i tre giorni di fiera le mostre:

Kamimura Kazuo: the golden age of japanese manga magazines

Vincenzo Filosa: teoria degli opposti (fumetti nei musei )

Massimiliano Frezzato: Le stampe Lavieri in mostra

Gli autori presenti in fiera: Giorgio Pontrelli (Bonelli/tunuè), Grazia La Padula (Tunuè) , Lelio Bonaccorso (Feltrinelli), Vincenzo Filosa (Canicola ), Manuel Giuffrè e Marianovella Sinicropi (Dentiblù) Andrea Ielo e Marzia Matalone (Citta del sole), Umberto Giampà (Shockdom ) Marco Presentino (Blackboard), Francesco Polizzo (Lavieri), Angela Sanconno, Federico Pugliese e Pasquale Ferrara (Accademia di Belle Arti), Vincenzo Giordano (NPE edizioni), Carlo Lauro e Roberto Megna (Proglo), Enzo Triolo, Federico D’Amore e Giulio Pappalardo ( AC Press), Gaspare Orrico (Crazy monk ink).

Al Cartella domenica 26 agosto la Fiera della decrescita di fine ferie

Dedicato ai nostri emigranti in procinto di ritornare ai loro luoghi di lavoro o di studio dopo la pausa estiva, quest’ultima domenica di agosto ripropone, ed ancora in orario pomeridiano a partire dalle ore 18.00, l’appuntamento con la fiera delle autoproduzioni, del cibo sano e di stagione, del commercio equo e solidale, dei saponi ed oli essenziali artigianali. L’appuntamento per chi crede nell’importanza delle scelte personali e quotidiane e sceglie il consumo critico, consapevole e sostenibile, in collaborazione con l’associazione Magnolia e Gastretto.
Raccomandiamo di non dimenticare che prosegue la campagna “Porta la sporta” per l’eliminazione dei sacchetti di plastica e l’uso delle borse personali quale ulteriore contributo al rispetto ed alla difesa dell’ambiente.
Ricordiamo infine che la Fiera si conclude con la cena sociale, ulteriore momento di incontro e convivialità.
https://www.facebook.com/events/889450964589834/

Bando Servizio Civile 2018: sono 15 i posti disponibili alla Caritas Diocesana, tutte le info

Il 20 agosto 2018.. il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha emanato un Bando per la selezione di n. 28.967 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile in Italia e all’estero.
La nostra Caritas Diocesana vede finanziati 2 progetti in Italia: NON LASCIATEVI RUBARE LA SPERANZA e IL FRUTTO DELL’AMORE E’ IL SERVIZIO, per un totale di 15 posti. La scadenza del bando è fissata alle ore 18.00 del 28 settembre 2018.

L’accesso e la selezione dei progetti di servizio civile della Caritas Italiana viene curato dalle Caritas diocesane, secondo le modalità previste dal “Sistema di reclutamento e selezione” accreditato.
È opportuno quindi contattare quanto prima la Caritas diocesana, Via Tommaso Campanella, 63/b – Tel. 0965/385550 – Reggio Calabria per avere informazioni aggiuntive sul percorso di accesso e selezione e per conoscere meglio i progetti.
In generale, occorre tener conto che, per accrescere la conoscenza reciproca e garantire la massima informazione sui progetti e sull’Ente, il percorso che proponiamo a tutti i candidati è il seguente:
1. un colloquio preliminare (prima della scadenza del bando),
2. un piccolo tirocinio presso le sedi di attuazione del progetto, per vedere in concreto cosa si propone (possibilmente prima della scadenza del bando),
3. un corso propedeutico, che rappresenta anche il momento di selezione ufficiale, in cui vengono date altre informazioni sulla Caritas e sul progetto (dopo la scadenza del bando).
La domanda deve comunque pervenire presso la sede della Caritas diocesana entro e non oltre la data di scadenza del Bando. Non fa fede il timbro postale ma l’effettiva ricezione della domanda presso la sede. Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle indicate non saranno prese in considerazione. In particolare, non saranno accolte le domande inviate via e-mail o via fax.
La persona incaricata per le informazioni e i colloqui è il Sig. Alfonso Canale. L’ufficio sarà aperto da LUNEDI’ 27 AGOSTO p.v., per tutta la durata del Bando, TUTTI I GIORNI FERIALI DA LUNEDI’ A VENERDI’ – dalle ore 09.30 alle ore 12.00, tranne il 28 SETTEMBRE 2018 fino alle ore 18.00.

Successo per l’iniziativa Exploring BranKaleone

Continuano le attività della Pro Loco di Brancaleone del gruppo di promozione territoriale Kalabria Experience In questa estate ricca di tantissime novità e tantissimi nuovi itinerari.
Grande successo e partecipazione alla notturna “exploring brankaleone” che si è svolta la notte del 14 agosto che ha visto oltre 45 partecipanti a questa questo trekking davvero suggestivo è unico in tutto il territorio
Il percorso si è sviluppato dalla frazione paese nuovo verso il borgo antico si Brancaleone vetus, il parco archeologico si arricchisce di numerose iniziative che puntano soprattutto a a rivalutare questo sito storico in maniera diversa, originale e soprattutto legata ad un concetto di esperienza.
L’esplorazione notturna ha avuto modo di far conoscere gli aspetti storici archeologici e geologici del sito di Brancaleone vetus attraverso la narrazione tenuta dal Presidente Carmine Verduci e dal noto archeologo Sebastiano Stranges che collabora al progetto per la riqualificazione rivalutazione del borgo antico di Brancaleone.
Sul finire della serata il nutrito gruppo ha osservato un minuto di silenzio per le vittime del crollo del ponte di Genova e dei bambini morti nell’incidente ferroviario del 9 agosto scorso.
Questo ennesimo successo conferma che Brancaleone vetus E tutto quello che si è creato intorno adesso piace e interessa al grande pubblico turisti ed anche calabresi sono sempre più interessati a questo genere di iniziative che la Pro Loco e il gruppo di promozione territoriale Calabria Experience effettua sul territorio durante tutto l’anno.
L’organizzazione ringrazia tutti coloro che hanno partecipato è preso parte a questa iniziativa lo staff della Pro Loco di Brancaleone e gli organi di stampa locale, da sempre attenti alle iniziative della Pro Loco e del gruppo Kalabria Experience.

Brancaleone 16 agosto 2018

Pietra Cappa, il monolite che affascinerà il mondo

Il cappuccio protegge la testa, un mantello copre quasi tutta la sua figura, ma le braccia e le mani no, quelle devono restare libere.
Vogliamo raccontarla così la “nostra” Pietra Cappa, perché tra i molti significati veri o leggendari, noi abbiamo scelto di separare ed astrarre il significato della cappa come indumento, decontestualizzandolo per esprimere ciò che noi sentiamo, al suo cospetto.
Pietra per condizione, cappa per vocazione, ma non quella che oscura e nasconde, ma bensì quella che protegge ed adorna.

Protegge la verità. La verità dell’Aspromonte che richiede una battaglia per essere riconquistata ed è quella che vogliamo intraprendere, riportandola al suo significato greco – per noi più importante – di “alétheia”, ovvero di non nascondimento. Il potere di questa pietra è principalmente questo: svelare. Che sia la vana bellezza o il sostanzioso valore scientifico. Eppure non tutto è vero, di ciò che abbiamo letto o sentito su questo monolite imponente che è stato raccontato per filo e per segno da chi lo ha visto, ma non lo ha osservato. Molti hanno voluto nascondere, consapevolmente o meno, qualcosa. Di quei racconti non vi è traccia nell’accoglienza e nella dignità degli abitanti di Natile, Platì o di San Luca e nella loro voglia di verità.

Lo hanno osservato, invece, gli ispettori UNESCO, che hanno valutato la corsa del Parco dell’Aspromonte, il nostro parco, alle rete globale dei Geoparchi. Un percorso giudicato da molti incredibile ed osteggiato, ma la verità di Pietra Cappa è troppo grande per essere confutata.
L’abbiamo scelta, come meta dell’escursione tematica che si svolgerà giovedi 16 agosto del progetto PARKBUS 2018, sold out da giorni, promosso dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte in collaborazione col Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria e l’Associazione Guide del Parco Nazionale dell’Aspromonte, per contribuire, seppur lievemente, a questo svelamento.

Se vorrete dare una mano anche voi ad alzare questo velo, visitate Pietra Cappa e la Vallata delle Grandi Pietre. Gli uomini e le donne di quella terra vi tenderanno la mano, accettatela.

Il monolite è il mantello, la figura è quella dell’Aspromonte, le braccia e le mani siamo noi, con la speranza che le nostre azioni, rispecchino alla lontana il loro valore.

ASSOCIAZIONE
GUIDE UFFICIALI
DEL PARCO NAZIONALE
DELL’ASPROMONTE

RC 13 agosto 2018

Il “borgo degli artisti” a Brancaleone nel giorno di Ferragosto 2018

Fervono i preparativi per l’evento “il borgo degli artisti” che si terrà nel parco archeologico urbano di Brancaleone vetus il prossimo 15 agosto. Una mostra d’arte contemporanea che organizzata dalla Pro Loco di Brancaleone in collaborazione con Kronos Arte. Il pomeriggio di ferragosto si colorerà di arte nel borgo di Brancaleone vetus con una ricca esposizione di quadri, sculture e installazioni con oltre 20 artisti provenienti dal territorio dell’area grecanica e locridea. Ancora una volta il borgo di Brancaleone diventa location ideale per un evento di grande spessore. L’organizzazione comunica che all’interno dell’iniziativa sarà inserita la mostra fotografica “cieli del sud” a cura del fotografo artista Massimiliano pedi che esporrà i suoi ultimi lavori fotografici dei borghi calabresi e della via lattea ritratti da diverse e spettacolari prospettive.
L’evento si aprirà al pubblico alle 17:30 fino alle 20:15 nel borgo antico di Brancaleone che è pronto ad accogliere i visitatori.

Brancaleone 11 agosto 2018

Sabato 11 e domenica 12 agosto la 29^ edizione della Sagra della Melanzana

E’ tutto pronto per il doppio appuntamento della Sagra delle Melanzana. Giunta alla sua ventinovesima edizione, come ogni anno, la sagra si svolge nel secondo fine settimana di agosto, nello scenario accogliente ed incantevole del Parco Verde di Salice. Un grande evento ludico e gastronomico, che arriva a conclusione di un percorso sociale e aggregativo, di cui l’Associazione Nuova Solidarietà è instancabile protagonista.
Un programma ricco di eventi e manifestazioni – rivolto al sostegno del Centro di pronta accoglienza “Casa della Solidarietà Pasquale Rotatore” e alla relativa ‘mensa dei poveri’ – purtroppo quotidianamente sempre più affollata – ha preceduto le due serate della Sagra della Melanzana che, anche quest’ anno saranno caratterizzate dalla preparazione della Parmigiana più grande al mondo.
Guinness World Record certificato con i suoi 378 kg. Anche in questa occasione la parmigiana sarà cucinata (entrambe le serate) sul posto nella padella campione a forma di melanzana “tunisina” lunga 7, 60 mt più 1,70 mt di gambo, larga 2,16 mt, del peso di oltre 400kg, poggiata su un forno caratteristico con un coperchio di oltre 500 kg. Il record, stabilito nel 2010, riesce a distanza di anni, a catturare l’attenzione e la curiosità di tanti turisti che hanno confermato la loro copiosa partecipazione. Infatti è previsto l’arrivo di diversi pullman GT da ogni parte della Calabria.
Ci sarà inoltre un’area riservata agli stand, dal titolo “Prodotti Tipici e Artigianali della Tradizione all’Innovazione”, spettacoli musicali e la gara del ‘miglior piatto’.
Non c’è dubbio quindi, che la Sagra della Melanzana è l’unica occasione, con oltre mille posti a sedere, un ampio parcheggio auto completamente gratuito, un menu per celiaci (su prenotazione), per gustare contemporaneamente la melanzana cucinata nei più variegati e prelibati modi: corteccia alla norma, parmigiana, polpette, melanzane in agrodolce, melanzane panate, arrostite, salsiccia, pane, vino, acqua, anguria e dolce.
Due serate perfette per chiunque volesse mangiar bene, in tranquillità e con la spensieratezza che la fantastica location del Parco Verde suggerisce.

info@nuovasolidarieta.it
www.nuovasolidarieta.it

Rc 10 agosto 2018

Caretta Caretta, tutti in spiaggia aspettando la schiusa delle tartarughine

Una passione chiamata Carettta Caretta. C’era davvero tanta gente anche ieri sera al nido di Condofuri aspettando di veder fare capolino le tartarughine direzione mare aperto. Famiglie, bambini, ragazzi e poi loro i volontari del Caretta Calabria Conservation. Luce rigorosamente schermata, sacco a pelo e viveri in borsa frigo, monitorano il nido liberando il percorso per le tartarughine fino alla riva, costantemente. Schiusa a Galati qualche giorno fa, il tempo di un tramonto che è successo anche a Condofuri (spiaggia di fronte la stazione) complice la pioggia improvvisa che ha abbassato la temperatura della sabbia.

Ma perché un nido venga fuori completamente ci possono volere anche tre giorni per circa un centinaio di uova depositate. E allora ecco che ieri la voce si è sparsa e in molti hanno “fatto campeggio” aspettando le Caretta Caretta con un occhio al cielo stellato e il sottofondo delle onde del mare. Insomma una vera e propria cultura diversa sta prendendo ormai piede grazie all’impegno delle realtà che nel tempo hanno unito al miracolo della natura una vera e propria forma di conoscenza del mare. In queste settimane sono anche altri i punti in cui sono attese le schiuse: da Palizzi a Bova per restare nel reggino. Per chi volesse fare questa esperienza ecco qualche raccomandazione direttamente dalla pagina fb dei volontari: “le tartarughine sono appena nate e molto sensibili alla luce; per questo motivo le guidiamo verso il mare con apposite lampade schermate ed è vietato usare flash, torce e qualsiasi fonte di luce viva compresi gli schermi dei telefonini in prossimità del nido. Potete seguire le tartarughine fin quando entrano in acqua ma senza andare oltre il limite indicato dai nostri volontari: infatti può capitare che la risacca le spinga a riva col rischio di calpestarle perché non visibili al buio. Confidiamo nella vostra collaborazione per apprezzare appieno questo spettacolo della natura!”. Per gli appuntamenti potete fare riferimento direttamente alla pagina social della Caretta Calabria Conservation

Buon divertimento

Rc 8 agosto 2018

Martedì 7 agosto a Roghudi Nuovo “Coreddhi Cunduti” la grande festa della pasta

Il Festival Paleariza, anche per l’Edizione 2018, promuoverà la conoscenza delle produzioni e dei cibi della Calabria Greca: Fajì Kalò – Cose Buone – Prodotti, Cibi e Cucina della Calabria Greca. Martedì 7 agosto, ore 20.30 a Roghudi Nuovo. Per dare continuità e visibilità alle arcaiche preparazioni domestiche dei giorni di festa dell’area ellenofona calabrese, la Comunità del Cibo “Il grano in Aspromonte” di Slow Food Reggio Calabria Area Grecanica e la Pro Loco di Roghudi, hanno organizzato “CORDEDDHI CUNDUTI” – La grande festa della pasta.
Evento che ha l’ambizione di promuovere la conoscenza e l’utilizzo delle farine prodotte dalle varietà di grano che alcuni contadini coltivano in Aspromonte.
Durante la serata sarà presente un punto informazioni Slow Food dove i produttori di grano locale e i soci della Condotta, forniranno informazioni e curiosità sul progetto della filiera del grano.
La pasta “cordeddhi” preparata con farina di grano tenero “maiorca” e tirata a mano, con l’ausilio del setaccio di legno, assume la particolare forma a gomitolo.
Tradizione vuole che venga condita con il sugo della carne di “crapa”, in alternativa si potrà gustare con sugo di pomodoro e melanzane o con ragù di polpette.
La preparazione e la distribuzione sarà curata da “La bottega di Bacco”
www.paleariza.it