Venticinque anni di attività per il circolo del cinema Cesare Zavattini

“Abbiamo sempre ritrovato nel nostro passato il senso profondo del rinnovamento. Abbiamo sempre rispettato la tradizione nel migliore modo possibile: tradendola. Una ricerca che trova giustificazione sin dalla radice delle due parole”.
Il Circolo del cinema “Cesare Zavattini” apre il 25° anno di attività con la rassegna cinematografica 2017-2018, all’insegna di una ricerca e di un impegno che continuano: dall’11 ottobre, ogni mercoledì, presso il Cinema Odeon (proiezioni alle 18 ed alle 21), si snoderà un nuovo percorso tra film e riflessioni.
“Quest’anno abbiamo voluto aprire altri orizzonti di sguardo, rivolgendoci alla distribuzione internazionale”. Inoltre, l’asse portante della rassegna, l’attenzione all’interno di questa ricerca “si è addensata attorno all’idea di racconto, di narrazione”: dal primo ciclo di film, “La scrittura dello sguardo”, passando per “Le forme della memoria”, arrivando a “La declinazione dell’altro”, si attraversa il cinema contemporaneo (senza dimenticare il passato) nelle sue molteplici forme narrative. E per mezzo di alcuni tra i più interessanti film prodotti nelle recenti stagioni: da “Les Ogres” (che aprirà la rassegna), vincitore del Festival del cinema di Pesaro 2016, allo spettacolare “11 minuti”, di Jerzy Skolimovski; dall’affascinante scoperta del cinema ritrovato in “Dawson City”, al pluripremiato “I’m not your negro”; dal viaggio nell’Italia densa di cultura di “Bella e perduta”, al nuovo cinema iraniano de “Il cliente” e di “Un mercoledì di viaggio” di Vahid Jalilvand, regista che, per la sua opera successiva, “No date, no signature”, ha ricevuto il premio speciale per la migliore regia nella sezione Orizzonti, all’ultimo Festival di Venezia; per finire con film acclamati dalla critica e dal pubblico, come “Personal shopper” ed “It follows”.
Come si diceva, inoltre, il Circolo celebra un traguardo importante, i suoi 25 anni di attività: e, per festeggiare, sceglie di proporre “un film tanto mitico da non essere da molti conosciuto, oggetto di ironico scherno che forse ne ha sottolineato la inimitabile forza espressiva e pluricitato nel cinema successivo, La corazzata Potëmkin di Sergej Ejzenstejn”.

Di seguito il programma completo della rassegna:

La scrittura dello sguardo
11 ottobre 2017
LES OGRES di Léa Fehner | Francia, 2016

18 ottobre 2017
11 MINUTI di Jerzy Skolimowski | Polonia/Irlanda, 2015

25 ottobre 2017
PERHAPS LOVE di Peter Chan | Hong Kong, 2005

1 novembre 2017
L’UOMO DI LONDRA di Bèla Tarr | Francia/Ungheria, 2007

Il cinema ritrovato: buon compleanno Circolo “Zavattini”
8 novembre 2017
LA CORAZZATA POTËMKIN di Sergej M. Ejzenstejn | Russia, 1925
preceduto dal cortometraggio
COLMARE di Mario Berretta, Antonino Caminiti, Mattia Goso, Elvira Lamanna, Linda Mangiola, Carlotta Nocera, Paola Seminara, Michele Tarzia, realizzato per il FESTIVAL MEDITERRANEO DEI RAGAZZI di Reggio Calabria nel laboratorio diretto da Michele Tarzia e Elvira Lamanna

Le forme della memoria
15 novembre 2017
DAWSON CITY – IL TEMPO TRA I GHIACCI di Bill Morrison | USA, 2016

22 novembre 2017
THE ECSTASY OF WILKO JOHNSON di Julien Temple | Gran Bretagna, 2015

29 novembre 2017
I AM NOT YOUR NEGRO di Raoul Peck | USA/Francia, 2016

6 dicembre 2017
MISTER UNIVERSO di Tizza Covi, Rainer Frimmel | Austria/Italia, 2016

13 dicembre 2017
BELLA E PERDUTA di Pietro Marcello | Italia, 2015

Dopo Kiarostami
10 gennaio 2018
IL CLIENTE di Asghar Farhadi | Iran/Francia, 2016

17 febbraio 2018
UN MERCOLEDÌ DI MAGGIO | di Vahid Jalilvand | Iran, 2015

La declinazione dell’Altro
24 gennaio 2018
LA COLLINA DELLA LIBERTÀ | di Hong Sang-soo | Corea del Sud, 2014

31 gennaio 2018
PERSONAL SHOPPER | di Olivier Assayas | Francia, 2016

7 febbraio 2018
IT FOLLOWS | di David Robert Mitchell | USA, 2014

INFO: 338.3554496 | info@circolozavattini.it
www.circolozavattini.it
twitter: @zavattini1992
facebook: circolozavattini
instagram: circolozavattini_rc

RC 30 settembre 2017

Il mistero della fioritura delle scarpe

Strana città quella metropolitana di Reggio, una città piena di strani misteri, ancora insoluti, persone che campano d’aria, al posto delle foglie; cadono interi alberi e sopratutto, la fioritura delle scarpe sul centralissimo corso Garibaldi.
Si perché a Reggio, le scarpe si appendono, anzi fioriscono proprio dal nulla, sui fili elettrici in disuso, molte le supposizioni fatte dagli investigatori e dalle persona, da un presunto rituale gesto estremo, al fiorire nei giorni di pioggia, passando da una fantomatica rivisitazione di ponte Milvio e dei suoi lucchetti, per finire a gesti scaramantici veri e propri.
Le indagini proseguono comunque serrate, senza tralasciare nessuna pista, neanche quella terroristica di attacchi bio chimici o batteriologici, al momento le scarpe individuate sono solo due paia, ma si ci si aspetta una prossima fioritura spontanea.

Salva

Salva

Salva

#Nonluoghi

L’etna, al tramonto, visto dalla zona del Tempietto di Reggio.

Domani la presentazione di: “Puttane antifasciste” di Matteo Dalena

E’ caratteristica costante dei regimi totalitari, segnati da illiberalità e stupidità, e quindi in particolare del fascismo e dei fascismi, individuare nella e nelle “diversità” l’elemento principale di una “pericolosità” sociale e politica da contrastare e da sconfiggere.
La dimensione della stupidità del fascismo balza in tutta evidenza dalle pagine del libro che Matteo Dalena, ricercatore e giornalista, ha dedicato a tante donne che furono ritenute e schedate come sovversive ed antifasciste per avere semplicemente rivolto giudizi e frasi ingiuriose nei confronti del governo fascista e di Mussolini.
La ricerca di Matteo Dalena, attraverso la consultazione del Casellario Politico Centrale (CPC), ha restituito la visibilità a ventisette (su centotrentadue) donne schedate come prostitute (ventiquattro prostitute, una, la calabrese Giovannina Coribello, come meretrice, e due “tenutarie”), inserite nel contesto dello schedario dei sovversivi e quindi politicamente pericolosi. Lo stesso autore spiega che è stato possibile raccontare le loro storie grazie ai fascicoli trovati in archivio, dalle cui carte di fonte poliziesca emergono “virgolettati bellissimi, che aprono degli sprazzi di luce nel buio di queste vite diseredate”. Contro queste donne, diseredate ed emarginate, la polizia e la “giustizia fascista” utilizzarono sanzioni, condanne e persino misure estreme quali il confino e il ricovero coatto in manicomio.
Le donne del Comitato Provinciale di Reggio Calabria, dopo aver discusso e deciso un programma di iniziative “al femminile” (Le donne nella Resistenza), hanno deciso di presentare il libro “Puttane antifasciste” nelle ore pomeridiane di venerdì 29 settembre 2017.
All’incontro con l’autore, Matteo Dalena, parteciperanno Maria Pina Iannuzzi, Presidente dell’ANPI di Cosenza, Luigina Guarasci, editrice (ilfilorosso), Maria Cristina Schiavone e Caterina Iacopino dell’ANPI di Reggio Calabria, e la giornalista Josephine Condemi, moderatrice del dibattito.
L’ANPI di Reggio Calabria invita i cittadini a partecipare all’incontro che è programmato per le ore 17,30 presso il “Malavenda cafè” sito in via Zecca 1 di Reggio Calabria.
Durante l’incontro verranno esposte alcune opere pittoriche dell’artista reggina Grazia Marrapodi Lamma.

L’Aspromonte è digitale al MArRC per il #GEP

Immagini e ologrammi per comporre la geologia, gli habitat e la biodiversità faunistica e floristica dell’Aspromonte al Museo Nazionale di Reggio Calabria in un’autentica fusione di Natura e Cultura. Così la nostra montagna e la nostra storia si fondono per celebrare in maniera spettacolare il fine settimana appena trascorso, nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio

RC 24 settembre 2017

#MuraGreche

Salva

Il Cerchio dell’Immagine organizza un ciclo di workshop per realizzare un libro a mano

Tre weekend per imparare a realizzare a mano un piccolo prodotto editoriale. È questa la sfida lanciata dall’associazione Il cerchio dell’immagine che con l’evento “3 IS MEGL CHE 1!” trasferirà ai partecipanti tutte le competenze per fare la carta a mano, curare la propria grafia e infine rilegare il proprio prodotto. Si parte il 7 ottobre con il laboratorio sulla tecnologia della carta condotto da Rosaria Calamosca che insegnerà a realizzare la carta utilizzando le antiche tecniche di formatura dei fogli. Quest’ultimi saranno poi arricchiti da un piccolo testo inciso seguendo le regole della calligrafia che saranno illustrare il 14 e 15 ottobre da Raffaella Quattrone. Infine i fogli, realizzati e trascritti a mano, saranno rilegati secondo le tecniche di legatura copta e giapponese grazie al corso di Sofia Bucci che concluderà il ciclo il 22 ottobre. «Questo evento ha per noi un grande valore – spiegano dall’associazione – e nasce per fornire tutti gli strumenti necessari per la realizzazione di un prodotto unico e artigianale che potrà rappresentare la base per l’ideazione di un libro fotografico, di una fanzine o semplicemente di un piccolo diario o taccuino personale».
Con questa iniziativa l’associazione Il cerchio dell’immagine inaugura il nuovo anno sociale che sarà ricco di appuntamenti. Tra quelli ormai consolidati: i corsi base di fotografia (www.corsobasedifotografia.it) che si svolgeranno in ben dieci città e la Scuola di Fotografia (http://scuola.ilcerchiodellimmagine.it), alla sua terza edizione, in partenza a gennaio 2018.
Per tutti i dettagli e per le iscrizioni, visitare il sito www.ilcerchiodellimmagine.it oppure inviare una email all’indirizzo info@ilcerchiodellimmagine.it

RC 23 settembre 2017

Torna l’appuntamento cittadino con l’ArcheoTrekking

Nuovamente al via il percorso #Archeotrekking a Reggio Calabria dell’associazione culturale Il Giardino di Morgana.
Consueto raduno nella parte alta della città alle 9.00 di domenica 1 ottobre ed inizio del percorso alle 9.30. Lo start sarà all’inizio di via Giulia, dove con il panorama dello Stretto verrà ricordata la figura della figlia dell’imperatore Augusto morta proprio a Reggio.

Il percorso si svilupperà poi nel centro storico, dal parco Griso-Laboccetta alla tomba ellenistica nei pressi del chiosco di Cesare per poi continuare verso l’area del Tempietto ricordando il mito fondativo della città.

Altre mete di giornata saranno le mura greche in Via Marina e le terme romane, per concludere poi con uno dei simboli detta città, il castello Aragonese.
L’ #Archeotrekking dell’associazione il Giardino di Morgana arriva così alla sua seconda edizione ed aspira a diventare un appuntamento fisso per riscoprire le tracce significative del passato di questa città millenaria.

Programma: https://ilgiardinodimorgana.wordpress.com/archeotrekking-a-reggio/

Rc 21 settembre 2017
Ass. Culturale Il Giardino di Morgana
Pres. Dott. Domenico Guarna

Cultura e Natura, quel che resta dell’Italia tra abbandoni e ritorni

Nell’ambito delle giornate europee del Patrimonio, il 24 settembre alle ore 17,30, presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria– p.za De Nava –avrà luogo un incontro sul tema “Cultura e Natura – quel che resta dell’Italia tra abbandoni e ritorni”. Ne parleranno Vito Teti e Francesco Zuccarello Cimino.

Al C.S.O.A. “Ca­rtella” torna la fiera delle autoproduzioni

Con le temperature più miti e le giornate più brevi, nell’ul­tima domenica di set­tembre, riprendiamo in orario mattutino il nostro consueto ed atteso appuntamento con la fiera delle autoproduzioni, del cibo genuino, a fil­iera corta e di stag­ione, del commercio equo e solidale, dei saponi ed oli essen­ziali artigianali, organizzata dal Gruppo di Acquisto Solida­le “Felce e Mirtillo” e dal C.S.O.A. “Ca­rtella” presso il Pa­rco “Angelina Cartel­la” di via Quarnaro 1 a Gallico Marina.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva