Il vento che muove porta Sapori&Parole

sapori-e-paroleProssimo appuntamento al Teatro della Girandola per la rassegna Il vento che muove venerdi’ 4 dicembre alle 21:00 in replica sabato 5 alle 21:00 lo spettacolo SAPORI & PAROLE focus su la Sicilia con Maria Marino, Renata Falcone e Maria Gurnari. Uno spettacolo poliedrico tra musica e letteratura, che presta la voce, in questa tappa del nostro percorso di ricerca, alla Sicilia. Durante la serata si potrà ascoltare fine letteratura e canti della tradizione popolare siciliana. Un viaggio sensoriale che spazierà dai canti della tradizione popolare siciliana fino alla nostra contemporanea e amata “cantantessa” catanese. Dal commissario Montalbano al brano dell’Eneide dedicato ad Encelado, mito sepolto sotto le ceneri del maestoso vulcano che abbiamo la fortuna di poter ammirare anche dalle nostre sponde. Dai colori e il gusto ricco della caponata alla semplicità e al valore morale del pane. Dal godimento della bellezza all’amarezza per una terra che ha, come la nostra, purtroppo ancora bisogno di eroi come Don Pino Puglisi. Si scopriranno affinità e contrasti, ma soprattutto si sperimenterà un modo “altro” di avvicinare il teatro al pubblico e viceversa. L’idea è quella di far incontrare il teatro in luoghi più intimi e che non richiamino la rappresentazione; luoghi alternativi dove, attraverso l’ascolto, la visione e la partecipazione attiva del pubblico, il teatro si fonda con l’evento, con la festa. Sarà un’occasione per stare insieme, divertirsi e riflettere. In scena tre artiste diverse per formazione e istinto, ma capaci di dialogo e interazione, che stanno sperimentando un linguaggio diverso per parlarsi e per comunicare con il pubblico. E’ consigliata la prenotazione. Per informazioni 3207042460 – info@pagliacciclandestini.it
Teatro della Girandola
Indirizzo: via Muratori 2/C, Reggio di Calabria

Buon compleanno Mimmo da Incontriamoci Sempre

cavallaroDa Incontriamoci Sempre: Auguri a Mimmo Cavallaro per il suo compleanno da tutta l’Associazione Incontriamoci Sempre. Auguri a Mimmo, ambasciatore della musica popolare calabrese. Il Presidente Pino Strati

Takabum street band al Reggio in Jazz 2015

takabumstreetRagazzi e’ iniziata ufficialmente questa mattina la VII edizione di Reggio in Jazz, ad aprire la kermese i Takabum Street Band con un’esibizione di musica sul corso Garibaldi per allietare le persone raccoltesi numerose intorno a loro, e domani pomeriggio si replica alle ore 18. Takabum nasce nel 2009 dall’incontro delle diverse esperienze musicali di Giuseppe Oliveto (trombone, composizioni e arrangiamenti) e Marco Mazzuca (sax baritono) e si concretizza nelle note di Gianfranco de Franco (sax contralto), Alberto La Neve (sax tenore), Alessandro La Neve (sax baritono), Francesco Caligiuri (sax baritono), Nando Farina (sax soprano), Daniel Enrique Ibarra (tromba), Emanuele Calvosa (tromba), Mario Gallo (Sousaphone) e nei ritmi travolgenti di Francesco Montebello (Cassa) e Gianfranco Esposito (Rullante e percussioni). – A.C.

#takabum

takabuma.c.

Torna il Natale dei Presepi al Museo Diocesano

natale-al-museoDal 28 novembre 2015 all’8 gennaio 2015 e’allestita nel Museo diocesano la Mostra di Presepi della Collezione Nini’ Sapone, percorso espositivo che propone il tema iconografico della Nativita’ di Gesu’ attraverso pregevoli testimonianze di arte presepiale, realizzate in materie e tecniche diverse e provenienti dalle varie regioni d’Italia e del mondo. La Mostra espone una piccola selezione di opere appartenenti alla Collezione di Presepi “Ninì Sapone” donata al Museo diocesano nel 2012 dai figli di Ninì, tra i maestri dell’arte presepiale in Italia: la collezione integrale, nucleo essenziale del Museo del Presepio di via Filippini, fondato nel 1997, sono state esposte per due anni consecutivi, con straordinario successo di visite, presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose, in un’ala del Seminario, assieme allo straordinario Presepe meccanizzato, autentico capolavoro del maestro. In attesa di riallestire la Sezione completa in una nuova e definitiva sede, la Mostra, temporaneamente ospitata nel Museo diocesano, ha l’intento di dare un seguito concreto all’opera di divulgazione dell’arte presepiale promossa da Ninì Sapone. Tra le opere selezionate risaltano: le statuine in ceramica dei fratelli Allegra di Reggio Calabria e quelle in terracotta di Giuseppe Pesa di Seminara; i manufatti in terracotta e tela, ispirati al Settecento siciliano, opera di Giulietta Cavallo; i gruppi ispirati al Settecento napoletano opera del maestro Antonio Greco di Castellamare di Stabia e Antonio Malacario di Boscotrecase; quelli in cartapesta di scuola leccese di Marco Epicochi; le pregevoli creazioni di Alberto Finizio ed una, in particolare, di Adelma Rita Giani; i presepi liguri in ceramica policroma verniciata a fuoco opera di Delia Zucchi e, ancora, le composizioni lignee di Karl e Heinrich Demetz di Ortisei in Val Gardena.
Ad essi si aggiunge una piccola sezione dedicata ai Presepi dal mondo, con manufatti in materiali e tecniche diversi, provenienti da Europa, Africa, Asia e Americhe. L’allestimento espositivo, che quest’anno incrocia i percorsi dell’esposizione museale permanente, si connota come un “segno contemporaneo”, per le forme adottate e i materiali usati per i supporti espositivi realizzati in rete metallica: la rete con la sua fitta trama di incroci e saldature esprime forza e legami saldi, quasi a ricordarci che, in un’epoca in cui sembrano affermarsi individualismo e indifferenza, il Natale si conferma l’occasione attesa per riscoprire la propria umanità e la ricchezza dei rapporti interpersonali, dando spazio a sentimenti quali la solidarietà e la condivisione. Gli operatori dei Servizi educativi museali propongono alle Scuole dell’Infanzia e Primaria e ai bambini delle classi del catechismo e dei gruppi parrocchiali l’attività didattica Viaggio nel Presepe: la visita ai Presepi in Mostra diviene, così, occasione per affrontare il tema della multiculturalità, attraverso la riscoperta del significato universale del Presepe. Saranno illustrate, in modo dinamico e secondo le diverse abilità e competenze dei bambini coinvolti, le tradizioni presepiali delle varie regioni d’Italia e, a seguire, quelle del resto del mondo, al fine di evidenziare come le distanze geografiche e le diversità culturali tra i popoli costituiscano una ricchezza irrinunciabile, in un itinerario che, partendo dalla Calabria, attraversa le varie regioni d’Italia, giunge al Trentino Alto Adige e poi, ancora, si trasferisce nel resto d’Europa e nei continenti extra-europei. Alle famiglie con bambini dai 3 ai 10 anni il Museo diocesano rivolge, poi, due distinti Laboratori creativi: domenica 20 dicembre h 16,30-19,30 sarà la volta di Per mano a un Angelo e sabato 2 gennaio h 16,30-19,30 quella di Guidati da una stella, occasione di gioco, festa e creativo divertimento attorno ai temi, rispettivamente, del Natale e del Viaggio dei Magi. Ogni informazione utile è reperibile sul sito del Museo costantemente aggiornato: www.museodiocesanoreggiocalabria.it.

Calabria d’Autore incontra “Il viaggiator cortese”

incontriamoci-sempreda Incontriamoci sempre. Venerdi’ 27 alle ore 18.30 nella sede della associazione Incontriamoci sempre, nell’ambito della rassegna Calabria d’Autore, si terra’ il primo appuntamento de Il viaggiator cortese, a cura di Piero Cutrupi, che di volta in volta raccontera’ le sue esperienze di viaggio ispirate ad una conoscenza obiettiva del mondo e degli uomini. Il primo viaggio tocchera’ la Siria, attualmente al centro dell’attenzione internazionale. Converseranno con Piero Cutrupi, Antonio Calabrò e Daniela Mazzeo, introdotti da Marco Mauro e Tiziana Calabrò – Pino Strati associazione Incontriamoci sempre

(L)imitazione presenta Aurora bipolare e Selfishadows

limitazioneda (L)imitazione – È con un gradito ritorno e un debutto assoluto che domenica 29 alle ore 22 (L)imitazione si ripresenta ai blocchi di partenza della Rassegna reggina, percorso di serate iniziato nel primo anno di attività del collettivo con il proposito di promuovere e far conoscere la musica indipendente prodotta in città. Nella nuova location del Loop, locale che ha aperto i battenti solo da pochi mesi ma già si è dimostrato attento al circuito musicale cittadino, ad avere l’onore e l’onere di aprire questo secondo anno di Rassegna saranno Selfishadows e Aurora Bipolare.
Progetto solista di Daniele Giustra, Selfishadows si dibatte tra l’aspirazione di un set improvvisato e la necessità di una forma canzone ritrovata. Daniele mescola abilmente nuovi e vecchi sintetizzatori, voce e batterie elettroniche in un kraut pop d’atmosfera pieno di pathos. Tra wave e glitch la ricerca sonora si piega alla naturale propensione verso un cantato di tipo crooneristico “terapeutico” secco e minimale. Chi lo ha ascoltato dice “è staticità come espressione di movimento”.
Sono invece una novità assoluta che ha deciso di esordire sotto le corna del Jättermeister gli Aurora Bipolare, nati nel giugno del 2015 – dicono i suoi componenti Maurilio Leone alla chitarra, Nicola Menga al basso, e Riccardo Consoli alla batteria – “dall’esigenza di rimandare il suicidio e trovare un rimedio all’ineluttabile noia degli esuli reggini”. Questo trio di superstiti propone brani quasi completamente strumentali, nati soprattutto dall’improvvisazione durante le prove, le cui atmosfere oscillano (a detta di un sondaggio popolare) tra il post-rock con punte di psichedelia e di stoner e il jingle natalizio.

Pagina Facebook dell’evento: https://www.facebook.com/events/1724172217819155/
Pagina Facebook Selfishadows: https://www.facebook.com/Selfishadows/

Il collettivo di (L)imitazione
info@limitazione.it
www.limitazione.it

Domenica al Cartella la Fiera della Decrescita

fiera-della-decrescitadal csoa A. Cartella. Domenica 29 novembre, come ogni ultima domenica del mese, si rinnova il consueto appuntamento con la Fiera della Decrescita. Dalle 10.30 si potranno così riscoprire gli antichi sapori dei prodotti naturali, sapori ormai dimenticati a causa del monopolio della grande distribuzione con i suoi prodotti “industriali”. Tra le verdure, i formaggi, l’olio, il vino, i prodotti trasformati e le confetture, si potranno trovare anche saponi, rimedi naturali, piccolo artigianato, libri usati e tanti altri prodotti che testimoniano come sia possibile vivere in questa società senza dover sottostare alle logiche del consumismo e del qualunquismo, sostenendo l’autoproduzione e i circuiti “altri”. Anche questo mese all’interno della Fiera troverete il Mercatino delle Micille: un mercatino solidale, curato dalle volontarie della Colonia Felice Le Micille dedicato al collezionismo, modernariato, antiquariato, vintage, usato, i cui proventi saranno destinati alla sterilizzazione, al cibo, alle spese veterinarie dei piccoli ospiti della colonia felina.

“Quel pazzo di Orlando” in scena con “Il vento che muove”

Teatro della Girandoladai Pagliacci Clandestini: Continua la rassegna teatrale “Il vento che muove” il prossimo spettacolo in cartellone “Quel pazzo di Orlando” andrà in scena venerdì 27 novembre alle ore 21:00 e in replica sabato 28 novembre alle ore 18:00 e alle ore 21:00. Lo spettacolo è rivolto a un pubblico di bambini e adulti.
Per prenotazioni 3207042460 oppure scrivere a info@pagliacciclandestini.it
Spettacolo “Quel Pazzo di Orlando”
Liberamente tratto da Orlando Furioso di Ludovico Ariosto
con maria Grazia Bisurgi e Francesco Votano
La nostra scrittura teatrale racconta la storia del cavaliere Orlando e la sua follia per l’amore non corrisposto dell’audace Angelica; attraverso il susseguirsi di vari personaggi (la maga Logistilla, il prode Astolfo, l’ Ippogrifo, Zerbino, il gentile Medoro, il mostro Orrilo) abbiamo ricomposto – attraverso la logica del cartone animato e un linguaggio diretto e multiforme – “la via di Orlando”.
Nel viaggio attraverso l’opera di Ludovico Ariosto è stato per noi guida Italo Calvino, il quale domanda: “Chi è questo poeta che soffre di come il mondo è e di come non è e potrebbe essere, eppure lo rappresenta come uno spettacolo multicolore e multiforme da contemplare con ironica saggezza?”
Immergendoci nella lettura del poema abbiamo scoperto le infinte vie e storie che Ariosto mette in piedi, attraverso una scrittura fantastica che viaggia tra la realtà storica e la realtà immaginifica, tra elementi simbolici e umane passioni, realizzando un intreccio nel quale il lettore rischia di perdersi, esattamente come accade ai personaggi del canto XII nel palazzo/labirinto del mago Atlante.
L’Orlando Furioso è un mondo fantastico che abbiamo voluto attraversare, realizzando con il nostro lavoro una favola moderna, un fantasy rocambolesco, per avvicinare i ragazzi e gli adulti al patrimonio letterario italiano: QUEL PAZZO DI ORLANDO è uno straordinario caleidoscopio di eroi ed eroine dall’eccentricità fumettistica, che narra come Orlando “ … per amore venne in furore e matto, d’uom che sì saggio era stimato prima… ”

Santo Stefano è la Tombolata di Incontriamoci sempre

tombolataAnche quest’anno si ripete il classico appuntamento con la tombolata benefica a cura dell’associazione culturale Incontriamoci sempre, in collaborazione con l’accademia del dialetto calabrese ”Il Grifo” ed i portatori della vara di S. Antonio. L’auditorium Don Orione di S. Antonio, ospitera’ per il decimo anno “una delle tombolate piu’ importanti della Calabria, con ricchissimi premi che saranno donatI da importanti aziende calabresi e nazionali, il ricavato come sempre, sara’ devoluto alle attivita’ sociali e di volontariato che la nuova branca del volontariato di Incontriamoci sempre svolgera’ nel corso delle sue molteplici iniziative, la stazione di S Caterina, da tempo e’ divenuta un crocevia culturale, sociale, con tante attivita’ che ha come scopo primario l’aggregazione e la socialita’ tra persone. La maxitobolata sara’ intermezzata dalla satira dell’accademia del ”Grifo”, la serata sara’ condotta e scandita dal simpaticissimo ‘Carmelo Manglaviti”. Appuntamento il giorno di S. Stefano, sabato 26 Dicembre alle ore 20:30 presso l’Auditorium Don Orione S. Antonio a Reggio Calabria