Riparte il CineCartella

nuovo mondoRiparte la nuova stagione del CineCartella con un mese di ottobre tutto dedicato al tema delle migrazioni… si inizia con NUOVOMONDO di Emanuele Crialese. All’inizio del 1900, una famiglia di contadini siciliani decide di emigrare verso gli Stati Uniti, per cercare una vita migliore di quella che offre la Sicilia agli inizi del secolo. Racconto antirealistico sull’immigrazione italiana verso il nuovo continente. Un periodo storico non tanto differente da quello che stanno vivendo profughi asiatici e africani in questo momento che, per ragioni sia di guerra, sia economiche (come descritto nel film) cercano di raggiungere luoghi dove si possa provare a vivere una vita migliore. L’appuntamento è giovedì 1 ottobre alle 21.

S-Cateniamoci con Mario Congiusta

scateniamociNuovo appuntamento con il movimento Reggio Non Tace. Il prossimo giovedì 1 ottobre alle ore 21 in via Cimino (cortile chiesa Ottimati) incontro pubblico con Mario Congiusta “impegnato in prima fila nel contrasto alle mafie, ci illustrerà le sue proposte per migliorare l’attuale legislazione ed avere così nuovi spunti di riflessione e ricerca”

A Sambatello la Festa del Vino

festavinookIl prossimo 10 ottobre a Sambatello è Festa del Vino. Prodotti tipici e il buon vino della tradizione per iniziare, poi il gran finale con il concerto di Cavallaro e Papandrea.

Gli eco-laboratori della creatività a Bagaladi

bagaladiNell’ambito del progetto “Sguardi verso l’Aspromonte”,  domenica 27 settembre, hanno avuto luogo nel centro polivalente del borgo di Bagaladi gli “Eco-Laboratori della creatività” . Un’importante iniziativa ambientale e didattica, ideata dall’associazione Culturale Arte e Spettacolo “Calabria dietro le quinte” con l’associazione “Stretto Cabaret” che ha coinvolto circa 30 bambini dai 5 ai 12 anni. È stato realizzato un percorso ludico-didattico con l’obbiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni alla tutela della natura e dell’ambiente attraverso il riuso dei materiali di scarto per la realizzazione di oggetti e manufatti artistici stimolando lo sviluppo della manualità, della creatività e della fantasia. Così, a partire da bottiglie, bicchieri, scatoloni e fogli di giornale i bambini sono riusciti a confezionare delle originali creazioni colorate messe in mostra a conclusione dell’iniziativa.

I laboratori, curati da un team di animatori esperti e con la collaborazione dell’associazione “I Giovani del Gagini”, sono stati integrati ad una serie di attività di tipo ludico-ricreativo all’aperto con giochi ed animazione in piazza Libertà.

Soddisfatto dell’iniziativa il vice-sindaco del Comune di Bagaladi Antonino Marrapodi che ha messo in evidenza come “lo sviluppo dei territori può essere messo in atto anche attraverso iniziative culturali di questo genere che nascono da una perfetta sinergia delle istituzioni con gli enti associativi del territorio provinciale. In particolare, la creazione di attività di sensibilizzazione ambientale per le nuove generazioni rappresentano un percorso imprescindibile per la tutela e la valorizzazione delle nostre risorse paesaggistiche e culturali”.

Un pensiero pienamente condiviso dal Presidente Mazzacuva: “la nostra associazione dalla sua costituzione ha intrapreso una serie di azioni culturali volte alla tutela e alla valorizzazione dei territori e dei giovani talenti calabresi. Gli eco-laboratori, anche quest’anno, hanno riscosso un grande successo costituendo uno strumento didattico efficace per informare i bambini sulle buone pratiche ecologiche e sui corretti comportamenti da assumere per la fruizione dei luoghi del parco dell’Aspromonte, rispettando la natura ed evitando d’inquinare l’ambiente con i rifiuti”.

Gli eco-laboratori sono stati realizzati con il patrocinio dell’Ente Parco Nazionale d’Aspromonte, del Comune di Bagaladi, della Provincia di Reggio Calabria e aderiscono al bollino etico “Mafia No”Il progetto“Sguardi verso l’aspromonte” proseguirà con una mostra fotografica sulle bellezze paesaggistiche, le tradizioni e i mestieri dei comuni aspromontani, che nel prossimo mese sarà allestita nella città di Reggio Calabria.

 

 

 

 

Festival teatrale Miti Contemporanei 2015

teatroÈ rivolto a singoli artisti e alle compagnie professionali nazionali emergenti e indipendenti che operano con finalità professionali nel teatro contemporaneo il bando di selezione della Compagnia Scena Nuda “Ritorno a te stesso”, nell’ambito del festival teatrale Miti Contemporanei Edizione 2015. Possono partecipare tutti i singoli e i gruppi che vogliano produrre un nuovo lavoro, mai presentato prima; sono esclusi i gruppi amatoriali e i saggi di laboratorio. I soggetti interessati dovranno inviare entro e non oltre il 5 ottobre 2015 tramite posta elettronica all’indirizzo miticontemporanei@gmail.com la loro proposta di progetti di teatro contemporaneo e arti performative, immaginandoli e progettandoli rispetto a luoghi teatrali e non (musei, siti archeologici, borghi, ecc.), utilizzati da Scena Nuda nelle precedenti edizioni. Il progetto completo dovrà durare da un minimo di 30 ad un massimo di 60 minuti e potrà coinvolgere un numero massimo di 3 artisti. Entro il 12 ottobre verrà selezionata una compagnia alla quale sarà offerta la possibilità di partecipare, con il nuovo progetto, al Festival Miti Contemporanei Edizione 2015 che si terrà a Reggio Calabria, Locri e Palmi dall’1 al 13 Novembre 2015. Il progetto selezionato riceverà anche un contributo quale cachet dello spettacolo e un book fotografico della messa in scena. Il bando completo con tutte le informazioni è disponibile all’indirizzo www.compagniascenanuda.it

Il progetto culturale teatrale denominato Festival Teatrale Itinerante “Miti Contemporanei”, ideato, gestito e realizzato dalla Compagnia Scena Nuda, diretta da Teresa Timpano, nato nel 2012 grazie al contributo dell’Ente Provincia di Reggio Calabria, giunto alla sua quarta edizione, si è sviluppato nel territorio della provincia di Reggio Calabria, in collaborazione con il MIBAC e le istituzioni locali, in diversi siti archeologici e borghi suggestivi che testimoniano la grande storia di una terra dalla millenaria civiltà. Il Festival delinea “un cammino di scoperta sulle tracce del Mito, un percorso semplice di ricerca e studio attraverso le rielaborazioni drammaturgiche contemporanee con un focus sulla natura dell’uomo nella sua complessità. Il Mito rivela l’attività creatrice, svela la sacralità del mondo. Diventa quindi la garanzia di continuità di quel tempo sacro fino ai nostri giorni, come un ritorno all’origine per compiere una rinascita.”

Scena Nuda invita quindi le compagnie teatrali, con residenza in Italia, a inviare nuovi progetti. Partendo dalle suggestioni dell’Eracle di Euripide, si chiede di ragionare sui grandi sforzi dell’uomo verso l’esterno e la tensione individuale verso la realizzazione dei propri ideali che riverberano negativamente all’interno di se stesso. L’uomo diventa così un alienato, che abbandona l’«atteggiamento conciliante» nei confronti della vita e della società e mette a rischio la sua esistenza per realizzare i suoi ideali e valori, perdendo il collegamento organico con la comunità. La solitudine antisociale ‘del genio’ esprime il carattere emblematico del distacco e della distanza, fondata metafisicamente, fra il popolo divenuto “massa” e l’eroe che non incarna più i valori del popolo, ma è il depositario privilegiato di una verità superiore inaccessibile alla massa. (foto wikipedia)

I volontari del patrimonio culturale

Monument of Vittorio Emmanuele on Arena dello Stretto in Reggio Calabria

Monument of Vittorio Emmanuele on Arena dello Stretto in Reggio Calabria

Carissimi, come certamente saprete il Touring Club Italiano nel 2005 ha avviato l’iniziativa “Aperti per voi” per favorire l’apertura di luoghi di cultura (musei, aree archeologiche, palazzi storici, chiese, …) attraverso la collaborazione dei Volontari per il Patrimonio Culturale. L’impegno del Touring è quello di promuovere e diffondere la conoscenza dei beni culturali consentendo la visita di luoghi solitamente chiusi al pubblico e di garantirne l’apertura in modo sistematico e continuativo. Tali attività hanno consentito ad oltre 5 milioni di visitatori la fruizione di veri e propri tesori d’arte in diverse città del nostro Paese, grazie alla collaborazione e alla disponibilità dei suoi Soci, infatti, il Touring può contare su oltre 2000 Volontari.

Nel 2010 “Aperti per voi” ha ricevuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e nel 2012 l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Nei prossimi mesi prenderà avvio una analoga iniziativa a Reggio Calabria, infatti a seguito di accordo tra il Touring Club Italiano ed il Museo Nazionale Archeologico di Reggio Calabria  sarà aperta al pubblico, grazie sempre ai soci ed ai Volontari, la “Necropoli Ellenistica” dello stesso Museo.

Se hai un po’ di tempo libero e vuoi diventare “Volontario per il Patrimonio Culturale” e collaborare con noi per far conoscere i tesori artistici della nostra città puoi contattarci a mezzo e-mail o presso la Libreria Nuova Ave, corso Garibaldi 206 (tel. 096523533).

Se sei interessato e vuoi conoscere nel dettaglio “Aperti per voi”, compila il modulo allegato ed invialo a mezzo posta elettronica al nostro indirizzo o in alternativa puoi lasciarlo alla Libreria Nuova Ave, corso Garibaldi 206 (tel. 096523533). È possibile anche compilare il modulo on-line alla pagina www.apertipervoi.it .

Una volta raccolte le adesioni, sarà convocato un incontro per entrare nel merito del programma, a seguito del quale potrete confermare la Vs. disponibilità a unirsi ai Volontari Touring per il Patrimonio Culturale.

Domenico Cappellano, Francesco Zuccarello Cimino

La notte bianca della luna rossa

reggiodilunaLa Luna, protagonista del mese di Settembre, alle prime ore dell’alba del 28 Settembre ci regala l’ultimo spettacolo del mese: un’eclisse totale di Luna e nel giorno in cui viene a trovarsi alla distanza minima dalla Terra, 356,876 km, mostrandosi un po’ più grande del solito.
Tanti sono i fattori che rendono interessante le osservazioni di una eclisse di Luna rendendole diverse e spesso irripetibili, la circostanza che rende questa volta più spettacolare il fenomeno è determinato proprio dalla posizione della Luna al perigeo.
L’orario non è dei più comodi ma vale la pena rimanere svegli con il naso all’insù per vedere il nostro satellite impallidire fino a diventare rosso.
La Luna inizierà ad entrare nel cono di penombra della Terra alle 2:11 del mattino.
Alle 3.07 minuti il disco comincia ad attraversare la zona d’ombra e la fase di totalità inizia a partire dalle 4.11. Il massimo dell’eclissi si verificherà alle 4.47. Poi, alle 5.23 si concluderà la fase di totalità, poco più di un’ora dopo (6.27) la luna uscirà dal cono d’ombra e infine, alle 7.22, l’eclissi si concluderà con l’uscita della Luna dalla penombra.
Con l’avanzare della totalità si potranno osservare: la costellazione dei Pesci, il quadrato del Pegaso, altrimenti offuscate dalla Luna piena.
Condizioni meteo permettendo, il Planetario Provinciale Pythagoras di Reggio Calabria organizza una “notte” bianca.
A partire dalle ore 0.10 del 28 settembre (notte tra Domenica e Lunedì) la struttura sarà aperta al pubblico per consentire, a quanti sono interessati, l’osservazione del fenomeno anche attraverso gli strumenti. Sarà l’occasione per rispondere alle domande ed alle curiosità che certamente il fenomeno non mancherà di suscitare e anche l’opportunità di godere dello spettacolo delle Stelle al Planetario.

L’Agorà presenta “I 70 anni di Hiroshima e Nagasaki”

hiroshimaVenerdì 2 ottobre a partire dalle ore 17,30 presso la saletta conferenza della Chiesa di San Giorgio (entrata via Giudecca, inizio tapis roulant) di Reggio Calabria, il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza un’apposita giornata di studi dal titolo “1945-2015: i 70 anni di Hiroshima e Nagasaki”.
Ala conversazione culturale, coordinata da Antonino Megali (Circolo Culturale “L’Agorà”) parteciperanno l’onorevole Fortunato Aloi che interevverrà su “Conclusioni catastrofiche della guerra e riflessioni storico-morali; Gianni Aiello (presidente del sodalizio organizzatore) con “La tragedia giapponese attraverso i mass media del tempo”;Antonino Ficara “L’uomo è un animale non ancora stabilizzato (Nietzsche) – stragi di civili durante i conflitti”;Antonino De Pace (Circolo del Cinema “Zavattini”) sul tema “La guerra e la catastrofe nucleare sul cinema giapponese”ed il prof. Alberto Cafarelli su “La guerra del Pacifico e la conclusione con il nucleare”.

Domenica torna la Fiera della Decrescita

fieradecrescitaDomenica 27 settembre al Parco “Angelina Cartella”, in via Quarnaro I a Gallico, a partire dalle ore 16.30, si rinnova il consueto appuntamento con la “Fiera della Decrescita”. Nel corso dell’iniziativa, promossa dal Gruppo di Acquisto Solidale “Felce e Mirtillo” e dal c.s.o.a. “A.Cartella”, si potranno riscoprire gli antichi sapori dei prodotti naturali, sapori ormai dimenticati a causa del monopolio della grande distribuzione con i suoi prodotti “industriali”. Tra le verdure, i formaggi, l’olio, il vino, i prodotti trasformati e le confetture, si potranno trovare anche saponi, rimedi naturali, piccolo artigianato, libri usati e tanti altri prodotti che testimoniano come sia possibile vivere in questa società senza dover sottostare alle logiche del consumismo e del qualunquismo, sostenendo l’autoproduzione e i circuiti “altri”.

La Notte europea dei Ricercatori al Planetario

planetarioL’Università, la Provincia, il Planetario, la Scuola è il titolo dell’iniziativa che si terrà al Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria, venerdì 25 settembre alle ore 20.30, in occasione della Notte europea dei Ricercatori. L’iniziativa è promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 e coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. Quest’anno il Planetario Provinciale Pythagoras si avvale della collaborazione dell’Università Mediterranea, questo consente di dare maggiore spessore culturale alla iniziativa. Il 5 novembre del 1983, anno di apertura del primo anno accademico, qualche giornale ha scritto: “Ora le speranze della Calabria siedono tra i banchi dell’Università”. È stata una bella scommessa vinta perché è innegabile il ruolo positivo esercitata dall’Università sul territorio. Il Planetario, nel suo piccolo, è impegnato nel campo della didattica, formazione e divulgazione per diffondere l’innovazione scientifica nella scuola, incrementare la qualità dell’insegnamento scientifico ed aumentarne la sensibilità. Il percorso formativo, infatti, non si limita a quanto sviluppato nelle aule scolastiche ma, sempre più, gli studiosi suggeriscono di utilizzare l’innata capacità educativa dei Planetari e dei Musei scientifici in generale: si parla di didattica non formale. Ed allora, se è vero che nell’accezione comune, fare ricerca sottintende l’utilizzo di laboratori è pur vero che non si può non riconoscere che la scuola è un soggetto permanente di ricerca didattica. Perché questa si realizzi è indispensabile la collegialità del lavoro docente. Ed è a questo lavoro che, in questa Notte Europea dei Ricercatori, il Presidente della Provincia, il Magnifico Rettore dell’Università Mediterranea, l’Assessore alla Cultura della Provincia, intendono dare un riconoscimento formale alle seguenti Scuole:

  • Liceo Classico “Tommaso Campanella” per il progetto: “Prometheus: le nuove frontiere dell’energia”;
  • Istituto Magistrale “Tommaso Gulli” per il progetto: “Accoglienza ed Integrazione: crescere insieme”;
  • Istituto d’Istruzione Superiore “Guglielmo Marconi” di Siderno per il progetto: “Educare alla natura”;
  • Istituto Tecnico “Raffaele Piria” per il progetto: “Alternanza Scuola-Lavoro: Reggio Calabria città d’arte, d’accoglienza, di cultura”;
  • Liceo delle Scienze Umane “Giuseppe Rechichi” di Polistena per i progetti: “On the job” e “Sulla via del lavoro etico: un‘alternativa possibile”;
  • Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” per il progetto: “Olimpiadi delle discipline Scientifiche”;
  • Liceo Scientifico “Alessandro Volta” per il progetto: “Laboratory of Applied Science ExperimentalResearch”;
  • Liceo Scientifico “Zaleuco” di Locri per il progetto: “A scuola di Stelle: laboratorio di Astronomia”.

Le ricerche svolte dagli studenti delle scuole sopraindicate valorizzano l’autonomia scolastica che è condizione fondamentale per un raccordo operativo tra scuola, università e mondo del lavoro. Coniugare l’approfondimento culturale e scientifico delle discipline scientifiche con l’acquisizione di nuove competenze didattiche e metodologiche non è cosa semplice, e questo non si può ottenere senza l’impegno e la responsabilità della scuola e quella individuale degli insegnanti. L’adesione alla “Notte Europea dei Ricercatori” da parte della Università, della Provincia, rappresenta un segno di attenzione verso il mondo della scuola della nostra provincia e verso tutta la ricerca italiana, a cui l’Università ed il Planetario hanno dato un contributo con i tanti ricercatori e docenti che si sono formati all’interno del loro vivaio.

L’iniziativa verrà presentata dal Prof. Alberto De Capua, Prorettore Università Mediterranea, e dalla Prof.ssa Angela Misiano, Responsabile scientifico del Planetario. La consegna delle targhe avverrà alla presenza delle Istituzioni rappresentate dal Presidente della Provincia di Reggio Calabria Dott. Giuseppe Raffa, dal Sindaco della Città di Reggio Calabria Avv. Giuseppe Falcomatà, dal Presidente del Consiglio regionale della Calabria Dott. Nicola Irtoe dall’Assessore alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria Dott. Eduardo Lamberti-Castronuovo.Seguirà un saluto dei Dirigenti delle scuole premiate e uno spettacolo sotto la cupola del Planetarioa cura dello Staff del Planetario.