Corrireggio 2015

di Antonio Ciro

Obsession Jazz

Il rullo delle batterie in piazza Italia nel nome del jazz. Di Antonio Ciro

Dracma e Lyriks organizzano il concerto della street band Takabum

takabum_3In occasione della Giornata internazionale del Jazz, indetta dall’Unesco, nuovo appuntamento con la musica alla Residenza della Piana.

La compagnia Dracma e l’associazione culturale Lyriks, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Polistena, il 30 aprile organizzano il concerto della street band calabrese Takabum, che prenderà il via alle 21 all’interno dell’Auditorium comunale, per poi snodarsi tra le principali vie cittadine fino a concludersi in Piazza della Repubblica.

Collettivo di soli strumenti a fiato e percussioni, Takabum “Giardino sonoro in continuo movimento” nasce nel 2009 dall’incontro delle diverse esperienze musicali di Giuseppe Oliveto (trombone, composizioni e arrangiamenti) e Marco Mazzuca (sax baritono) e si concretizza nelle note di Gianfranco de Franco (sax contralto), Alberto La Neve (sax tenore), Alessandro La Neve (sax baritono), Francesco Caligiuri (sax baritono), Nando Farina (sax soprano), Luca Sarubbi (tromba), Emanuele Calvosa (tromba), Mario Gallo (Sousaphone) e nei ritmi travolgenti di Francesco Montebello e Gianfranco Esposito alle percussioni.

Una miscela di suoni funk e easy, che danno vita a composizioni originali e riadattamenti dei più celebri brani della tradizione jazzistica americana e della canzone italiana, proposti in strada così come nei club o nei numerosi festival cui hanno preso parte.

Un evento che trascinerà appassionati e non in una vera e propria festa di strada, e che rinnova il sodalizio artistico tra la compagnia teatrale Dracma, che gestisce il progetto di Residenza etica teatrale della Piana “Alla ricerca del Bello perduto”, e l’Associazione culturale Lyriks, Laboratorio Interdisciplinare di Ricerche Artistiche. Protagonista, quest’ultima, di numerose manifestazioni di genere musicale, tra cui le sette edizioni della rassegna “Autunno in Jazz”, Lyriks festeggia per il terzo anno consecutivo la Giornata Internazionale dedicata al genere musicale emblema della contaminazione e del dialogo tra culture.

Ancora una volta un’importante partnership per la compagnia Dracma, che ribadisce lo spirito aperto e interdisciplinare del progetto di Residenza teatrale, giunto quasi alla sua conclusione.

Polistena, 27 aprile 2015                                                                             Ufficio stampa Dracma

#inmostra

DSCF1361

A Bagnara premiato il pittore reggino Alessandro Allegra

DSC04515All’ interno della Kermesse d’arte “L’Artista a Bagnara e…,VI edizione anno 2015, la due giorni dedicata all’arte e alla cultura, organizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso, sabato 18 Aprile à stato premiato il reggino Allegra Alessandro, come pittore dell’anno per la sua umiltà, semplicità e la profondità della sua pittura e per la sua capacità empatica di ritrarre l’uomo comune, della strada nelle sue infinite sfaccettature.

Teresa D. Ribuffo con “Hogares: secretos y vidas” espone in Andalusia

foto5L’ artista Scillese Teresa D. Ribuffo ritorna a Siviglia, nel cuore dell’Andalusia, nella rinomata Galleria Weber Lutgen, con un nuovo progetto espositivo, dal titolo “Hogares: secretos y vidas”: un viaggio nelle luci e nelle ombre del nostro spazio intimo e privato, attraverso quadri, video, installazioni e fotografie. La mostra, inaugurata il 17 Aprile, si potrà visitare fino al 29 maggio, e segna il ritorno della Ribuffo in Spagna, dove la sua proposta artistica sta riscuotendo molto successo. La giovane artista calabrese, infatti, ha già vinto due borse di studio nel 2012 e nel 2013 in Spagna ed è stata selezionata con l’opera Mujeres per l’esposizione Las Moradas, inserita nel “Programa Cultural y Turístico de la Comisión Nacional para el V Centenario del Nacimiento de Santa Teresa de Jesús del Gobierno de España “, che si terrà ad Avila a Luglio 2015. Tra le personali e le collettive, ricordiamo “Retratos Andaluces”, presso la Sala Kstelar 22, Delegazione Provinciale di Cultura, Siviglia, Galeria Ramon Puyol, Algeciras, Fondazione Fernando Villalòn, Moron de la Frontera e Sala Tallafigo, Casa della Cultura San Lucar de Barrameda, Lo hace porque te quiere, collettiva itinerante Centro de Arte Contemporaneo Alcobendas, Museo dell’ Università di Valladolid, Centro Culturale Gijòn, Dejame en Paz, Universidad Carlos III di Madrid, Permitido Indagar Alcalá de Henares, FeminArt, collettiva internazionale curata da Margarita Aizpuru, fondazione Caja Sol, Siviglia. Della mostra “Hogares: secretos y vidas” scrive, in lingua originale, Macarena Nieves Caceres: Partiendo del símbolo del hogar, como emblema de refugio e intimidad, Teresa Ribuffo nos convida a ir destejiendo nudos de ausencias y melancolías. Nutriendo su trabajo el “principio de integración psicológica” que Gaston Bachelard da a la imagen de la casa. De forma meticulosa y sutil, el propio empuje onírico de la artista, trae a la memoria su particular búsqueda del alma humana en aquello que percibe. Otorgando importancia a objetos que parecieran no ser relevantes en sí, debido a la sencillez y/o prioridad utilitaria que pueda tener una silla, una cama, etc., pero que dotan de fuerza poética todo su trabajo. Tanto sus cuadros, como sus fotografías y vídeos, evocan lo humano del espacio, el lado íntimo y de ensueño del hogar, de las personas que lo habitan, o lo habitaron. De ahí que su mirada se centre en ropas usadas, o recuerdos (postales, ticket, vinilos, etc.) con los que logra, en palabras de Bachelard,…”desandar en nosotros una materia que quiere soñar”. A esta, su morada soñada, suma el rastro invisible que dejamos en los recodos de las cosas. Tanteando secretos que desnudan la existencia misma.”

 Galeria Weber Lutgen, Calle Fray Diego de Cádiz, 9, 41003 Sevilla

www.galeria-wl.eu

 

“Maria, Silvana e…” donne dell’UDI si raccontano

anpiCon l’approssimarsi del 70° anniversario della Liberazione, s’intensificano gli impegni e le attività dell’A.N.P.I. di Reggio Calabria.

Alle ore 17,00 di martedì 21 aprile 2015, presso la saletta della “Villetta De Nava” della Biblioteca Comunale in via D. Tripepi, toccherà alla prof.ssa Anna Condò, staffetta partigiana, ed alle “nuove resistenti” dell’Associazione reggina presentare il docufilm realizzato con straordinario impegno e passione da Maria Cristina Schiavone della segreteria dell’ANPI, che ha curato interviste e regia, e da Gianluca Del Gaiso dell’Associazione Holly di Reggio Calabria, che ha realizzato riprese, montaggio e fotografia.

Il titolo del video <Maria, Silvana e…> “… donne dell’UDI si raccontano …” indica con chiarezza il tema che è stato al centro dell’accurata ricerca delle fonti e delle testimonianze dirette delle donne, mirate a ricostruire non solo la genesi dell’UDI, nata dai GDD (Gruppi di Difesa della Donna) in piena continuità con la lotta partigiana, ma soprattutto l’impegno appassionato e le attività del gruppo “storico” delle donne che a Reggio Calabria hanno costituito per decenni il “collettivo” dell’UDI dalla Liberazione agli anni ’90.

Il racconto collettivo ripercorre i primi cinquanta anni di attività politico-culturale e di importanti lotte sociali, accompagnato dalle canzoni di Francesca Prestia, cantautrice folk calabrese, e dall’esecuzione musicale di alcuni brani del fisarmonicista Adolfo Zagari, docente del Conservatorio “F. Cilea”.

Sette le donne intervistate (Maria Calvarano, Rosalba Costantino, Silvana Croce, Anna Di Lorenzo, Anna Maria Olivieri, Renata Raineri e Giovanna Siclari) in una vera e propria corsa contro il tempo per arrivare alla conclusione del progetto di recupero della memoria storica, in occasione dei 70 anni dell’UDI, entro la data di sabato 25 aprile 2015.

Le immagini di repertorio utilizzate sono state concesse dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e dall’Archivio Centrale UDI

Il docufilm sarà presentato da Maria Cristina Schiavone e da Anna Di Lorenzo; dopo la proiezione seguirà il dibattito sulle vicende raccontate.

 

Il Presidente ANPI Reggio Calabria

Sandro Vitale

Documenti e Volumi in dialogo con l’arte sacra

Locandina MOSTRANell’ambito degli Stati generali della Cultura promossi dal 23 al 30 aprile dall’Assessorato alla Cultura e Legalità della Provincia di Reggio Calabria, giovedì 23 aprile alle ore 10.30 si inaugura al Museo diocesano la Mostra Carte d’Archivio e libri dialogano con l’Arte sacra.

Lungo il consueto percorso museale, in un ideale dialogo tra carte d’archivio e opere d’arte, si esporrà una selezione di documenti dell’Archivio storico diocesano riguardanti la Cattedrale di Maria SS. Assunta, con particolare riferimento a oreficerie sacre conservate nel Museo diocesano. , Ai documenti si affiancheranno alcuni pregevoli volumi del Coeremoniale episcoporum, databili tra Sei e Novecento, patrimonio della Biblioteca arcivescovile “Mons. Antonio Lanza”,

In occasione della Mostra in Aula didattica sarà proiettato il video Le antiche Confraternite di Reggio Calabria che illustra opere d’arte e documenti d’archivio inerenti la storia delle Confraternite reggine di Gesù e Maria, dei Santi Crispino e Crispiniano, di Sant’Eligio, dell’Immacolata nella chiesa della SS.ma Annunziata, del SS.mo Sacramento in Cattedrale e, in particolare, dell’Arciconfraternita dei Bianchi, fondata da Paolo III nel 1539.

L’evento, promosso da Archivio Storico Diocesano, Biblioteca Arcivescovile “Mons. Antonio Lanza” e Museo Diocesano “Mons. Aurelio Sorrentino”, è esito della collaborazione tra i tre istituti culturali diocesani, appartenenti al complesso integrato Archivio-Biblioteca-Museo.

La Mostra, il cui itinerario s’intreccia al percorso espositivo museale, sarà visitabile nei consueti orari di apertura del Museo (martedì, mercoledì, venerdì e sabato h 9-13) e nelle seguenti dae: giovedì 23 aprile h 9-13, venerdì 24 aprile h 16-19, domenica 26 aprile h 9-13 e lunedì 27 aprile h 16-19. In occasione degli Stati generali della Cultura accoglienza e visite guidate gratuite al Museo saranno a cura dell’Associazione Did.Ar.T. Didattica Arte Territorio.

In Vespa a Gallicianò

galliciano9Organizzato dal Vespa Club di Reggio Calabria si svolgerà domani la passeggiata in vespa a Gallicianò, il paese più greco d’Italia. Vi parteciperanno vespisti appartenenti a numerosi Vespa Club di Calabria e Sicilia. La partenza è fissata alle ore 8.30 da piazza Garibaldi di Reggio Calabria. Il programma prevede il giro turistico fino a Gallicianò, centro ancora oggi definito l’acropoli della Magna Grecia. Attraverso un “dromo”, si arriva alle prime case “vucita” povere di cartone, e dopo qualche kilometro al famoso borgo millenario. Le origini di Gallicianò coincidono con la nascita del Feudo di Amendolea. Gallicianò è circondato dalle montagne. Vi risiedono oggi circa duecento abitanti, raccolti nel suggestivo borgo che sorge attorno all’antica Chiesa di San Giovanni Battista. Ha il tipico aspetto dei centri montani calabresi oggi quasi completamente abbandonati. Nella parte alta del borgo che mantiene ancora l’impianto originario, è stata recentemente riportata alla luce una graziosa chiesa greco-ortodossa.

I programma della passeggiata, organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale “Spixi ce soma” (Anima e corpo) di Gallicianò, guidata da Attilio Nucera, prevede la visita guidata del paese, dove è ancora possibile ascoltare dialoghi in grecanico, e l’escursione sul monte Skafi. Nel pomeriggio, dopo il pranzo in una tipica taverna grecanica saranno assegnati i premi ai partecipanti.

E’ la prima di tante iniziative programmate dal Vespa Club di Reggio Calabria e dal Consiglio direttivo dello stesso composto da Vincenzo Vitrioli Presidente, Vincenzo Caridi, vice presidente, Giovanni Casciano, tesoriere, Gino Condò, Segretario, dai consiglieri Francesco Lione e Giuseppe Pennestrì e dal Presidente onorario del Vespa Club Reggio Calabria, Lillo Cavallo tra i fondatori del sodalizio reggino e apprezzato dirigente a livello nazionale per il suo impegno in numerose iniziative in ambito sportivo e sociale.

Sarà una giornata da vivere all’insegna di una comune passione, quella per un veicolo che ha fatto la storia della mobilità su due ruote nel nostro Paese, abbinando cultura, storia, ed enogastronomia, per la valorizzazione del territorio e delle nostre tradizioni.

La passeggiata in vespa “da Reggio Calabria a Gallicianò” è sostenuta da diversi sponsor. Aziende che credono nella promozione e valorizzazione del nostro territorio.

 

Reggio Calabria 18 aprile 2015

Corrireggio: entra a pieno regime la macchina organizzativa

legambienteÈ in pieno corso l’operazione maquillage in vista della Corrireggio del 25 aprile che accoglierà i partecipanti che verranno non solo della Calabria e dalla vicina Sicilia, un intervento accurato anche per mostrare il volto più bello di Reggio. Domenica ci sarà la giornata d’apertura di un’intensa settimana di eventi culturali con convegni, mostre, proiezioni cinematografiche, iniziative di volontariato ambientale e di sport.
La collaudata macchina organizzativa – messa in campo da Legambiente e dalle altre associazioni di volontariato aderenti – si avvale della collaborazione attiva di vari Enti. Gli aspetti tecnici sono stati affrontati principalmente nel corso di una apposita riunione del GTM (gruppo tecnico misto) a cui hanno preso parte, oltre agli organizzatori della Corrireggio, i funzionari comunali della polizia municipale, dell’ufficio sportello unico, dell’ufficio tecnico del traffico e anche due rappresentati dell’Atam, Azienda Trasporti Area Metropolitana. La riunione operativa è servita a definire le soluzioni più ottimali per l’organizzazione integrata dei servizi per la giornata del 25 aprile. Contestualmente anche l’assessorato ai lavori pubblici è impegnato in un intervento di manutenzione straordinaria del manto stradale lungo il percorso, finalizzato a garantire una totale agibilità anche per i disabili, alla sistemazione dei cubetti di basalto (i cosidetti sampietrini) mancanti del pavé, e a un ripristino dei cordoli e di altri elementi d’arredo danneggiati dai vandali, soprattutto lungo la passeggiata a mare.
Alla messa a punto finale del percorso penserà l’“Operazione Cammino Pulito” giornata ecologica organizzata da Legambiente, in collaborazione anche con l’AVR e numerose associazioni, domenica 19 aprile, che interesserà le aree del litorale. L’appuntamento è per le ore 9 presso la stele Falcomatà all’inizio del Lungomare.
Intanto, per quanto riguarda le adesioni alla Corrireggio, lievita l’interesse per la sezione fitwalking. È questa una disciplina sportiva non agonistica riconosciuta dalla FIDAL, nata da un’idea dei gemelli olimpionici di marcia Maurizio e Giorgio Damilano con quest’ultimo che, in rappresentanza della “Scuola del Cammino”, verrà a fare da testimonial, assieme al rappresentante del Fitwalking Calabria Fausto Certomà in occasione della conferenza stampa di presentazione prevista per domenica 19 alle ore 11 presso il circolo velico di Reggio Calabria. Il Fitwalking si sta consolidando in molti comuni della Calabria, con la costituzione di numerosi “gruppi del cammino”. La caratteristica distintiva di questo sport sta nella camminata vigorosa, che rappresenta una sana attività fisica, in stretto contatto con la natura e la bellezza dei luoghi e dei paesaggi, protesa verso il benessere fisico e mentale. Gli esperti e appassionati del fitwalking tengono a sottolineare che questo non è solo uno sport ma bensì uno stile di vita. Per sottolineare la vivacità del movimento fitwalking in Calabria basta il dato di fatto che al 2° Roccella Fitwalking di luglio scorso si è registrata la presenza di 1500 partecipanti. A tenere a battesimo la 33esima edizione della Corrireggio, rafforzando il messaggio che da questa si vuole far partire, ci sarà anche la direttrice generale del settore ricerca del Ministero della salute, Novella Luciani.